(dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol.VII, anno 2020”, pag. 68; Ed. Luci dell’Esodo)

Messaggio di Gesù del 12 aprile 2020, Santa Pasqua di Resurrezione

“Carissimi figli, popolo mio,

rallegratevi per la mia vittoria sulla morte e sugli inferi! Sulla Croce ho trionfato e voi mi acclamate come Agnello immolato. Vi dico oggi che anche voi siete un popolo immolato. Con questo non intendo dirvi qualcosa di terribile o di cruento. Vi parlo dell’immolazione come dell’offerta che eleva, redime e salva. Immolazione come santificazione e consacrazione. Siete un popolo immolato per la salvezza dell’umanità.

Figlioli, vedete come sta l’umanità della Terra: è un’umanità piagata. Le sue piaghe, però, non sono gloriose; al contrario, sono piene di amarezza, di solitudine, di sconforto. Eppure io ho dato la vita per questa e per tutta l’umanità dell’Universo, per rimarginare le vostre ferite. Ma l’umanità continua a respingermi ed io non posso fare nulla per chi mi rifiuta, perché rispetto la vostra libertà.

Vi è stato detto che questo è il momento della grande e conclusiva battaglia e che la Terra è il pianeta sul quale questa battaglia si combatterà.[1] Qui Satana ha la sua roccaforte. Ora deve essere stanato dal suo nascondiglio e respinto negli inferi, una volta per sempre. Io combatterò questa battaglia e voi la combatterete con me. Ricordate che, alla fine dei tempi, Lucifero dovrà affrontarmi; dovrà stare di nuovo a faccia a faccia con me, come lo è stato nei giorni della mia Passione. Sarà il mio trionfo definitivo e quello di tutto il mio popolo. Leggi tutto…

Iscriviti alla newsletter!

cerca

Ultime pubblicazioni

Archivi