La luce della vita

image_printStampa

Messaggio dello Spirito Santo del 29 febbraio 2012

“Vi saluto e vi benedico. Desidero continuare con voi il discorso sulla vita umana che è di grande importanza per ciascuno di voi.[1]

Vi ho spiegato che la vostra esistenza ha origine dalla grande vibrazione della vita, che Dio imprime in voi al momento in cui vi crea. In questa vibrazione è contenuta la potenza divina creatrice della SS. Trinità. È l’impulso primario che dà inizio all’esistenza di ogni essere vivente; come tale, comprende in sé l’azione delle Tre Persone divine. Da questo istante, cominciano ad operare in voi le tre grandi leggi dell’universo: la legge della LUCE, del SUONO o VIBRAZIONE e del CALORE. Sono leggi spirituali e naturali al contempo, e sorreggono l’intera creazione.[2]

La vibrazione della vita non esaurisce la sua azione nel momento della creazione, ma si rinnova ad ogni istante della vita; è quindi necessario che sia continuamente alimentata, perché nessun essere vivente potrebbe farne a meno. Così, dopo il primo impulso, simile ad una grande scossa che dà origine all’essere, la vibrazione della vita si rinnova incessantemente, mediante l’azione specifica di ciascuna delle Tre Persone divine.

Il Figlio di Dio, Gesù Cristo, seconda Persona della SS. Trinità, mantiene costante l’intensità della vibrazione della vita. Gesù, Verbo di Dio, con la sua Parola che riempie l’universo, imprime continuamente in ogni essere creato la VIBRAZIONE del suo amore. L’amore di Cristo rigenera perché redime, e vince il male nelle creature; sostiene ogni essere vivente, angeli, uomini e tutte le creature. La vibrazione che emana dal Figlio di Dio, e che viene trasmessa all’intera creazione, è l’espressione più sublime dell’amore del Padre, perché il Figlio vibra all’unisono col Padre nello Spirito Santo. Se Gesù non comunicasse più il suo amore all’universo, questo cesserebbe di vivere.

Continue reading… →

Mi hai fatto come un prodigio

image_printStampa

Messaggio dello Spirito Santo del 28 gennaio 2012

Carissimi figli, inizio con voi un colloquio che sarà fruttuoso per il vostro cammino, e attraverso il quale vi accompagnerò nella scoperta della vostra vita, ma anche della realtà che vi sovrasta e vi circonda. Comincio proprio dal mistero più grande, cioè la vostra vita, e che è fondamentale. Solo se comprenderete il prodigio della vostra vita, potrò aiutarvi a penetrare gli altri misteri, altrimenti, ogni mia parola potrebbe risultarvi difficile.

Pochi stimano la propria esistenza come il più grande dono di Dio, anzi, per troppi di voi la vita è solo un peso. Molti invocano i miracoli e cercano i segni straordinari, ma non si rendono conto che è proprio la vita il segno più grande della potenza e della bontà del Creatore. L’uomo, infatti, è creato a immagine e somiglianza di Dio, ed è una creatura sublime, perché è capace di accogliere in sé la vita ed il pensiero dell’Onnipotente.

Cos’è dunque la vita di ciascuno di voi? È un tassello fondamentale e insostituibile del piano di Dio, e non il casuale risultato di una combinazione di cellule. Voi siete qui perché Dio ha previsto la vostra presenza in questo spazio e in questo tempo, affinché partecipiate alla sua opera e diffondiate la sua vita, là dove vi trovate. Non siete frutto del caso, ma dell’Amore Trinitario che sta al di sopra di tutti voi. Finché non comprenderete questo non potrete dare un senso al vostro vivere. Molti fra voi affermano di non sapere perché vivono, e l’oscuro male della depressione affligge buona parte dell’umanità. Le prove e le difficoltà che incontrate sul vostro pianeta, avverso a Dio, non fanno che aumentare la sensazione di vuoto che alberga in tanti cuori.

Cos’è dunque la vita e dove nasce? La vita è irradiazione diretta della potenza divina creatrice, e nasce nella dimensione sublime del puro spirito. Dio è Spirito e dal suo Spirito siete creati: la sua vita si trasmette dal suo Spirito al vostro spirito. La dimensione spirituale sta al di sopra di ogni altra dimensione. Ogni evento che accade nella dimensione reale è preparato nella dimensione spirituale; gli eventi spirituali precedono quelli reali.

Continue reading… →

Elevarsi al Padre

image_printStampa

Messaggio dello Spirito Santo del 16 maggio 1999 – Ascensione

“È necessario che vi apriate alla novità di Dio; ma questa apertura comporta un secondo passo: la vostra elevazione a Dio. L’ascensione di Gesù non è solo l’esempio di questa elevazione, ma è la prefigurazione di quella che sarà la vostra elevazione alla fine dei tempi, in corpo e anima.

Tuttavia già oggi, mentre vivete nel corpo, vi è chiesto di elevare a Dio tutto il vostro essere. Se siete creature nuove, aperte all’amore di Dio che vi rinnova continuamente, che si dona a voi e che vi porta a donarvi completamente, allora non siete più legati alla terra ma vivete già in una dimensione nuova, al di là dello spazio e del tempo. Infatti, quanti vivono immersi in me, non possono più essere incatenati alla terra.

Continue reading… →

Consacrazione alla SS. Trinità

image_printStampa

Verso la consacrazione alla SS. Trinità

image_printStampa

Dio è Amore

image_printStampa

Riflessione – La consapevolezza della Presenza di Cristo

image_printStampa

Vivere in comunione, senza mormorare nè invidiare.

image_printStampa

Messaggio dello Spirito Santo del 19 maggio 1999

Desidero parlarvi della comunione fraterna che è il passo che segue alla consacrazione. Infatti, la consacrazione nella verità porta alla comunione. Gesù non avrebbe potuto consacrarsi nella verità se non fosse stato in comunione col Padre e con me. Dio non è mai solo, perché in lui vive e agisce la comunione fra le tre Persone della SS. Trinità. È una comunione perfetta perché perfetto è l’amore che scorre e si dona da una Persona all’altra.

Continue reading… →

Siete membri e custodi del popolo di Dio

image_printStampa

Messaggio di San Giuseppe del 30 dicembre 2016 – Solennità della Sacra Famiglia

“Carissimi figli miei,

permettetemi di chiamarvi così perché lo siete. Desidero benedirvi in questo giorno nel quale ricordate la Sacra Famiglia. Io non sono stato solo il custode della santa Famiglia di Nazaret ma sono anche il custode di tutto il popolo nuovo. In questo popolo continuo la missione che Dio mi ha assegnato, affidando alla mia custodia Maria e Gesù: custodisco ciascun fratello, ciascuna sorella del popolo nuovo come ho custodito Maria e Gesù.

Oggi voglio dirvi che, prima di tutto, dovete sentirvi parte di una famiglia immensa che è quella di Dio. Prima della famiglia di sangue c’è una famiglia spirituale che è la famiglia di Dio, è il suo popolo; di questo voi siete parte. Dalla vostra appartenenza alla famiglia di Dio, cioè al suo popolo, nasce la missione di ciascuno di voi, compresa quella di formare una famiglia nella carne, perché anche questa è una missione.

Siete membri del popolo di Dio, della sua famiglia, perché desiderate essere familiari di Dio, avere cioè un rapporto sincero e vivo con Lui. Solo se siete familiari di Dio, potete costituire una vera famiglia di sangue. Oggi purtroppo molte famiglie sulla Terra non sono come dovrebbero essere perché i coniugi e i figli non sono prima di tutto familiari di Dio. Quando manca il rapporto vivo con Dio, anche i rapporti tra i coniugi, tra i genitori e i figli si svuotano della grazia, fino a diventare semplici rapporti umani dove Satana gioca facilmente.

Continue reading… →

Buon Natale

image_printStampa

Incontrare il Creatore nel Silenzio

image_printStampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi