(dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. I, anno 2010”, pag. 86; Ed. Luci dell’Esodo)

 

Messaggio di S. Michele Arcangelo del 20 settembre 2010

Vi benedico e vi porto il saluto di Dio Altissimo del quale sono servitore. Sono l’arcangelo Michele e contemplo il volto di Dio, sono il suo testimone in ogni parte dell’universo. Intercedo continuamente per voi, insieme a tutti gli angeli del quale il Signore dell’universo mi ha posto a capo. Odo la voce del Padre e vedo il suo volto; sono stato chiamato a servirlo in modo speciale e ne sono grato e fiero. Questo comporta per me il dovere di rendergli onore e testimonianza. Per questo mi rivolgo a voi; desidero che le mie parole possano trasmettervi tutto l’amore e la bontà di Dio.

Testimoniare la vita di Dio è il primo compito del cristiano. È anche il compito della Chiesa universale che non è circoscritta solo alla Terra, ma comprende Maria SS., nostra Regina, gli angeli, i santi, tutti gli uomini a lui fedeli e le anime del purgatorio. Così come Gesù Cristo è venuto nel mondo per rendere testimonianza al Padre, per rivelarne il volto, così ciascuno di voi è inviato a rendere testimonianza al volto di Dio che contempla in sé, poiché in ciascuno di voi è impressa l’immagine di Dio. Questa testimonianza può essere resa solo mediante la comunione, l’amore, la vita di Dio vissuta da ciascun membro del popolo di Dio.

La Chiesa universale testimonia la luce che vive; per questo è importante che essa sia sempre più immersa nella luce divina. In questo consiste l’opera di Cristo, che intercede presso il Padre a favore di tutta la sua Chiesa.

Questa è anche l’opera di noi arcangeli e degli angeli tutti; essi aiutano il popolo santo di Dio, a raggiungere la pienezza. È tempo che il popolo di Dio raggiunga la pienezza della grazia, viva e operante, per essere strumento perfetto di salvezza.

 

 

 

Gesù Cristo continua ad operare attraverso ciascuno e attraverso la Chiesa universale del quale è l’unico Signore e Capo. Gesù Cristo è il Sommo Sacerdote ed il Pastore Supremo. Nessuno nell’universo può eguagliare la sua potenza. Ricordate che tutti voi, se offrite sinceramente la vita a Dio, diventate membra vive della Chiesa universale, membra di Cristo. In questo risiede la vostra dignità e la vostra responsabilità di uomini e di figli di Dio.

La vostra umanità vive un tempo di smarrimento e di confusione. I cristiani stessi, divisi fra loro e deboli nella fede, non sono più capaci di comunicare la speranza; in molti di loro sembra spenta la scintilla divina che pure dovrebbe essere ben visibile in ciascuno. Eppure anche oggi, come lungo i secoli, il Signore continua a parlare in molti modi, e a suscitare santi e profeti; ma la loro voce è soffocata dal clamore del mondo e dall’arroganza di molti; oppure si perde nelle lunghe navate di cattedrali vuote. Molte, troppe voci di profeti si trasformano in grida di dolore!

Sono a dirvi oggi che il Signore del cielo e della terra, ha udito ancora una volta la voce del suo popolo fedele che grida giorno e notte. Egli è all’opera nell’universo per dividere una volta per tutte la luce dalle tenebre, per separare i figli di Dio dai figli del mondo. La separazione di cui vi parlo non è una fantasia; è già visibile per coloro che hanno gli occhi della fede, e lo sarà sempre di più.

Vi invito ad essere pronti, a lasciare finalmente il vostro egoismo e le vostre anguste visioni, donando tutto il vostro essere a Dio per mezzo di Gesù Cristo, attraverso il Cuore Immacolato di Maria. Lasciate da parte la vostra logica umana; non ponete a Dio domande che non vi servono ad altro che a guadagnare tempo per rimandare le vostre decisioni; siate onesti con voi stessi. Chiedete aiuto a Dio; egli è sempre accanto a voi. Se vi abbandonate alle sue mani, vivrete nello Spirito Santo che vi indicherà i passi da compiere e vi porterà ad essere creature nuove. Non aspettate che sia tardi, non rimandate a domani le vostre scelte, perché i tempi sono veloci, e velocemente la grazia vi passa accanto; cercate di afferrarla, prima che lo Sposo chiuda la porta delle nozze.

Voi uomini e noi angeli siamo figli dell’Altissimo e testimoni dell’Onnipotente. Vi invito ad una testimonianza forte e autentica. Non andate a nome vostro ma a nome di Dio, sapendo che non siete mai soli, proprio perché siete parte della Chiesa universale. Quando annunciate ad altri la salvezza di Dio, testimoniando la vostra appartenenza a Cristo, dietro di voi si muove la potenza della Chiesa universale. Siete protetti da Maria SS., aiutati dagli angeli, confortati dalla preghiera dei santi, dei giusti e delle anime del purgatorio che offrono le loro sofferenze per voi. Dio non vi manda senza mezzi ad affrontare il mondo; vi sorregge su ali d’aquila, e non permette alle forze tenebrose di sconfiggervi. Vi mette alla prova, questo sì, ma non per farvi cadere, né per confondervi, tantomeno per punirvi; mette alla prova la vostra fedeltà e la vostra risposta. Se vi abbandonate a lui con fiducia, offrendogli le vostre difficoltà, vi fortificate di giorno in giorno. Così crescete in santità e potenza, ed aumenta la vostra luce interiore.

In questo modo, diventate il riflesso della sua potenza che vi rende profeti, martiri e apostoli, perché inseriti pienamente nella vita della Chiesa universale. Non vi è chiesto di fare grandi cose o di pronunciare memorabili discorsi; vi è chiesto di donarvi a Dio perché Dio si faccia carne in voi. Allora la vostra presenza, anche silenziosa, il vostro passare fra la gente affannata e distratta, non sarà senza frutto. Dovunque vi troviate, sarete testimoni di una vita nuova e redenta, sarete uomini e donne risorti con Cristo. Dovunque sarete, là sarà presente anche Dio e si manifesterà attraverso di voi, al di là dei vostri limiti e delle vostre debolezze, perché la potenza e l’amore di Dio sono infinitamente più grandi della vostra debolezza.

Non abbiate mai paura di ciò che dovrete affrontare; ogni preoccupazione è un veleno che corrompe la vostra fede. Abbiate fiducia nella potenza del vostro Creatore. Egli vi ama di un amore infinito e si china su di voi per sostenervi ad ogni passo; vi trasmette la sua forza perché siate in grado di affrontare ogni situazione. Vi dona sua Madre, manda gli angeli e i santi a confortarvi in ogni dolore. La sua intelligenza vi guida per comprendere i passi giusti e le decisioni da prendere, il suo Spirito riposa su di voi.

Quando un uomo offre la sua vita a Dio, Dio stesso si fa presente in quell’uomo. Gli altri percepiscono questa presenza e ne sono toccati interiormente. Come il viandante cerca una sorgente d’acqua per dissetarsi, così i cuori cercano i santi, coloro nei quali vive Dio. La santità è il vostro vero destino e la vostra autentica felicità. Non esiste nulla di più grande del percepire Dio che vive in un uomo. Non lasciatevi ingannare da false immagini di santità, non crediate che essa sia irraggiungibile! La santità vera è semplicità, è lo scorrere silenzioso e inarrestabile della vita di Dio, anche nei semplici gesti di ogni giorno. È la vita eterna che sgorga dal seno del Padre, passa attraverso il Figlio, vi è comunicata dallo Spirito Santo.

Noi angeli siamo spiriti puri, non macchiati dal peccato; non conosciamo debolezze, viviamo immersi nella luce della Verità che è Dio. Anche noi, come tutti voi, siamo chiamati a vivere in pienezza la nostra santità che proviene da colui che è Santo. Contempliamo la santità di Dio e testimoniamo la sua vita. Come frecce infuocate d’amore, attraversiamo l’universo per portare ad ogni creatura l’amore di Dio, la sua pace, la sua gioia e la sua benedizione. Questa è la nostra missione e la nostra eterna beatitudine. Cercateci se avete deciso di servire Dio donandovi a lui; vi aiuteremo a farlo meglio. Cercateci quando vi sentite soli, quando la vostra fede vacilla, quando il mondo vi trafigge con le sue pene. Noi siamo angeli, tanto diversi da voi, eppure vi capiamo benissimo, perché l’amore di Dio, che è l’unico e vero amore, parla una sola lingua. Chiamateci con l’amore di Dio e in quell’amore vi risponderemo. Dio desidera che noi e voi viviamo nella piena comunione.

Vi benedico oggi a nome dell’Altissimo, affinché diveniate testimoni dell’Onnipotente. Siate testimoni pacifici, pieni di grazia, e Dio lavorerà in voi e con voi; sarà sempre al vostro fianco. Non cedete mai di fronte alla menzogna, siate autentici, ricolmi di quella verità che avete conosciuto in Cristo e che desiderate vivere. Testimoniate ai vostri fratelli e a quanti attendono la risurrezione, la vita di Dio; testimoniate che siete figli di un Padre che vi ama, che vive nei cieli e nei vostri cuori.

Vi assicuro la mia preghiera e veglio su ciascuno di voi insieme ai miei angeli.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.”

cerca

Ultime pubblicazioni

  • Voi siete il tempio di Dio

    (dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. I, anno 2010”, pag. 104; Ed. Luci dell’Esodo)   Messaggio di Gesù dell’8 novembre 2010 “Vi benedico, miei cari figli, figli tanto amati e preziosi. Siete davvero preziosi, e amati dal Padre mio. Ciascuno di voi è stato creato per essere uno scrigno prezioso, nel quale sono…

  • San Benedetto Abate, Patrono d’Europa

      Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo A cura di Mauro XIV Settimana del Tempo Ordinario – Anno II  

  • XIII Settimana del Tempo Ordinario – Anno II

    Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo A cura di Mauro XIII Settimana del Tempo Ordinario – Anno II Santa Maria Goretti, Vergine e Martire Am 9, 11-15; Sal 84; Mt 9, 14-17.

Archivi