24 Marzo 2020 – Messaggio di Maria Santissima La presenza di Gesù

24 marzo 2020 – Vigilia dell’Annunciazione del Signore

Messaggio di Maria Santissima

La presenza di Gesù

“Carissimi figli,

celebrate con me il grande giorno dell’annuncio che ha cambiato per sempre il destino dell’umanità. Il Signore è sceso fra voi, attraverso la sua Serva, quale io sono. Continua ad essere presente sulla Terra e in tutto l’Universo attraverso i suoi servi, i suoi figli che lo amano, lo accolgono e lo invocano.

La presenza di Gesù riempie l’Universo. Purtroppo, sulla Terra siete talmente oppressi dall’azione del Male, che non riuscite a cogliere fino in fondo la presenza di Gesù. Egli è in mezzo a voi, percorre le strade del mondo, come faceva quando camminava sulla Terra. Gesù vive nella gloria, ma l’annuncio dell’Incarnazione si rinnova continuamente, incessantemente sugli altari e nel cuore dei suoi figli.

Quando accogliete con docilità e con amore questo annuncio, come io l’ho accolto, vi unite a Gesù ed Egli viene a dimorare in voi. Lo Spirito Santo si effonde su di voi e genera in ciascuno e nel popolo la vita di Dio. Così portate in voi la salvezza del mondo e dell’Universo. Per questo il demonio vi odia tanto: perché in voi vive il Salvatore, di fronte al quale deve piegare il capo.

Vorrei che capiste, figli miei, che il mistero dell’Incarnazione non è inaccessibile per chi accoglie e ama Gesù, né lo è per il suo popolo. Infatti, a ciascuno di voi il Signore ripete anche oggi: “Non temere… hai trovato grazia presso Dio…lo Spirito Santo scenderà su di te”.[1] E voi rispondete con me: “ Eccomi, sono la serva/il servo del Signore”.[2] Questo è il senso della vita: essere figli di Dio e servi del Signore, che portano all’umanità la presenza viva di Gesù.

Senza mio Figlio Gesù, l’unico Redentore, non c’è salvezza per l’umanità. Guardate cosa sta succedendo sulla Terra: è sufficiente che Dio distolga solo per un attimo lo sguardo da voi, perché l’umanità vada in rovina.[3] Chi può salvarvi dall’odio, dalle malattie, dalle vostre tragedie se non il Salvatore?

Carissimi figli, è il tempo in cui la battaglia si fa più forte. Voi però non combattete da soli, ma con Gesù che è in voi. Egli vi ha detto:”Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”[4]. Gesù è sempre con voi: sui vostri altari quando celebrate, in mezzo a voi quando pregate. In ogni momento, Egli è con voi e la sua presenza riempie la vostra vita. Non dimenticatelo.  Molte volte vi affaticate nel compiere l’opera di Dio, ma la vera opera di Dio è accogliere Gesù in voi e permettergli di vivere, amare e servire attraverso di voi. Sì, figlioli,  Gesù continua a servire l’umanità, immolandosi sugli altari per essere vicino a tutti voi.

In questi giorni, a causa della terribile malattia che colpisce la Terra – che non viene da Dio ma è frutto della cattiveria e della corruzione dell’uomo – sentite spesso dire che molte persone, negli ospedali, muoiono da sole[5]. Tutti sono angosciati per questo. Perché? Dio è presente! Manda i suoi Angeli e i suoi strumenti, Egli stesso è accanto ai malati. Gesù, che passava beneficando e risanando tutti[6], perché mai dovrebbe lasciare che i suoi figli muoiano in solitudine? Soltanto chi vuole rimanere da solo, perché rifiuta l’amore di Dio, rimane solo; è come un fiore che si sottrae ai raggi del sole e muore. Non sia così per voi che credete in Dio, figlioli!

Accogliete la presenza di Dio e mantenetela viva in voi. Questo è il più grande aiuto che potete dare a questa Terra che soffre e anche all’Universo. C’è ancora tanta parte dell’Universo che soffre, nonostante il grande impegno dei vostri fratelli fedeli.[7] Questo a causa di quanti rifiutano Dio e continuano a seminare il male  e la corruzione.

Figli carissimi, desidero che, insieme a me, siate sempre alla presenza di Dio e che Dio sia presente in voi. Questo è il mio invito ed anche il mio augurio: che abbiate sempre Dio in voi e al vostro fianco. Gesù è con voi e, come sta scritto, alle spalle e di fronte vi circonda e pone su di voi la sua mano[8].

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

[1] Cr. Lc 1, 26-38

[2] Cfr. idem

[3] Allude alla prova che l’umanità sta vivendo a causa della pandemia da Covid19 che affligge la Terra. Quando Dio permette una prova di tale portata, lo fa per attirare a sé lo sguardo di quella parte di umanità che è lontana da Lui. Se l’umanità continua a rifiutarlo, Dio lascia che l’umanità vada da sola per giustizia. In questo senso, è come se  distogliesse il suo sguardo da chi non vuole essere guardato. Si tratta di un’immagine che spesso ricorre nella Bibbia (es. Gn 3, 8-10). In realtà, Dio non abbandona mai neppure i peccatori.

[4] Cfr. Mt 28, 19-20

[5] Si riferisce di nuovo alla pandemia da coronavirus Covid19, che sta mietendo molte vittime in tutto il mondo. Per evitare il diffondersi del contagio, viene impedito l’accesso agli ospedali ai parenti, che non possono per questo accompagnare i loro cari nel momento della morte.

[6] Cfr At 10, 38-39

[7] Si riferisce all’Universo Basso, evangelizzato dai fratelli fedeli con grande potenza e dove, tuttavia, rimangono ancora molti che si ribellano a Dio.

[8] Cfr. Sal 139 (138), 5

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi