www.lucidellesodo.it

Siti ufficiali Multilingue
  • A La Nueva Creación a cargo de Stefania Caterina
  • Az Új Teremtés felé
  • DE
  • ENG
  • fr
  • HR
  • La Nueva Creacion
  • portoghese
  • rep.ceca
  • ro
  • Towards the New Creation by Stefania Caterina
Newsletter
Archivio articoli
DVD video – Audiolibro

dvd 1-raccolta video

DVD video 1 e 2

audiolibro1

RICHIEDI QUI

Cari lettori e lettrici,
Ringraziamo tutti quanti ci aiutano a divulgare i messaggi relativi alle rivelazioni ricevute da Stefania Caterina, e pubblicati nel suo sito Verso La Nuova Creazione  (©Luci dell’Esodo srl).
 
Vi invitiamo pertanto a non copiare e incollare i messaggi di Stefania Caterina, producendo altri siti emulativi, ma a permettere l’accesso al nostro sito tramite link; così da lasciare l’originalità e l’identità di questo progetto integra e non generalizzata con altri contenuti.
 
Il Nucleo Luci dell’Esodo offre la vita per il servizio a questo progetto, con il compito di proteggerne l’integrità e l’originalità.
Con la disponibilità a collaborare con tutti voi, per valorizzare gli impulsi che lo Spirito opera nel suo popolo, vi ringraziamo, benediciamo e accompagniamo con la preghiera e l’offerta della vita a Dio.
 
Il Nucleo 
Luci dell’Esodo

Le cose visibili e quelle invisibili

Carissimi lettori, il messaggio di Gesù di questo mese, affronta un argomento molto attuale e discusso: quello della vita nell’universo. Gesù lo inserisce nel contesto più ampio della realtà così come è in Dio, al di là di ciò che i nostri sensi possono cogliere.  Di questo argomento ho trattato a lungo nel mio primo libro “Oltre la grande barriera”, perciò non mi dilungo oltre. Vi lascio al messaggio, augurandovi un cammino di Quaresima che sia di profonda revisione della vita e di grande vicinanza al Signore. Vi saluto e vi benedico in Cristo

Messaggio di Gesù del 12 marzo 2011

“Vi benedico, figli, all’inizio del cammino quaresimale che vi conduce all’incontro con me morto e risorto. Sia questo vostro cammino una scoperta sempre più viva e vera della dimensione profonda del vostro spirito, e della vita di Dio che è presente in voi. Gli eventi della settimana santa, non dovrebbero essere un semplice ricordo da rivivere ma una tappa verso la vostra trasformazione; questo comporta la morte dell’uomo vecchio che è ancora in voi e del risorgere di una creatura nuova, il cui seme è presente in ciascuno e deve sbocciare. Uniti a me, attraverso un cammino di conversione e preghiera, potrete arrivare ad essere creature nuove, per essere inondati dalla sfolgorante luce della Pasqua.

Oggi desidero introdurvi in una maggiore comprensione della realtà che vi circonda. Finora ci siamo soffermati piuttosto sulla realtà che è dentro di voi, ma ciò che sta attorno a voi è altrettanto importante perché è la dimensione nella quale si muove la vostra esistenza.arcobaleno

Esiste una parte di realtà che potete abbracciare con i vostri sensi, fisici e spirituali; la potete cioè vedere e toccare se si tratta, ad esempio, di una persona, di un animale o di una cosa; la potete percepire interiormente se si tratta di un affetto, di un ricordo, di qualcosa che non è palpabile ma che è altrettanto reale rispetto a ciò che lo è. In entrambi i casi si tratta di qualcosa di visibile; per visibile intendo qualcosa che non sfugge alla vostra attenzione né alla vostra intelligenza. Le cose che ogni giorno osservate e che scorrono davanti a voi, sono le cose visibili, con le quali ognuno di voi si misura. Esse sono fonte di gioia o di dolore, di quiete o di affanni, a seconda della vostra esperienza e delle vostre scelte di fede. Per imparare a conoscere e comprendere la realtà visibile, venite educati fin dall’infanzia, attraverso ciò che gli adulti vi spiegano, gli studi e le vostre esperienze, finché non arrivate a stabilire un contatto personale e unico con ciò che vi circonda, e a muovervi nel mondo reale attorno a voi.

Molti di voi non riescono ad entrare in sintonia con l’ambiente esterno, pur faticando molto nella vita. Il loro mondo interiore non trova un aggancio con quello esterno; questo causa conflitti dolorosi e chiusure in se stessi. Altri si lasciano attrarre oltre il dovuto dalla realtà visibile e si proiettano al di fuori di sé, così che il loro mondo interiore è soffocato da quello esterno e ciò comporta pericolose fughe da se stessi e dalla vita.

Esiste una sola strada che conduce all’armonia fra la vostra realtà interiore e quella esterna a voi: quella della fede. Solo nell’unione con Dio, che è fonte della vita e creatore di ogni cosa, potete scoprire il senso e la misura di ogni cosa, comprenderla e discernere ciò che è buono e utile. L’offerta della vostra vita a me, attraverso il Cuore Immacolato di mia Madre, vi conduce alla comprensione della realtà così come essa è in Dio, e non solo come essa appare ai vostri occhi. Lo sguardo della fede è uno sguardo più ampio e più limpido, perché si alimenta del pensiero di Dio che egli vi trasmette per mezzo dello Spirito Santo.[1]

Ma lo sguardo della fede spazia anche oltre ciò che è visibile e percepibile dai vostri sensi. Parlo di una realtà invisibile ai vostri occhi, ma non per questo meno concreta e importante. Su questo mi vorrei soffermare oggi insieme a voi. Pochi di voi riflettono su questa realtà, molti la temono, anche fra i cristiani, al punto che le cose invisibili, che pure Dio ha creato, sono sminuite e talvolta considerate come superstizioni ereditate dal passato. La razionalità che attanaglia l’uomo della Terra, cristiani compresi, è un muro che vi separa dal mondo invisibile. Eppure esso esiste e vi tocca molto più di quanto pensiate.

La vita dell’intero universo si esprime in due grandi realtà: quella spirituale e quella materiale. Esse sono ben distinte fra loro ma non per questo separate; lo spirito compenetra la materia che non potrebbe sussistere senza di esso. Pensate all’uomo: il suo corpo non vive senza lo spirito, e la morte avviene al momento del distacco dello spirito dal corpo. Lo stesso avviene per una pianta, un animale, un minerale, che hanno in sé il soffio della vita, che assicura loro un ciclo vitale. [2] Ogni cosa materiale è comunque toccata e compenetrata dallo spirito. La materia non può esistere senza lo spirito, mentre lo spirito può sussistere senza la materia. Il vostro spirito, ad esempio, vive in eterno anche dopo la morte.

L’universo è fatto di tante dimensioni nelle quali lo spirito e la materia stanno in diverso rapporto fra loro. Esiste la dimensione terrena, nella quale vivete, dove spirito e materia convivono, non sempre pacificamente. A seconda delle vostre scelte di vita, potete dare il primato allo spirito oppure alla materia. Molti di voi si accontentano dell’aspetto materiale della vita, e si lasciano guidare dagli istinti della loro carne, che portano sempre all’egoismo. Altri scelgono di vivere uniti a me e privilegiano la vita spirituale; questi entrano in rapporto con lo Spirito Santo che li guida. In costoro, lo spirito prevale sulla carne ed essi giungono ad una più profonda conoscenza della realtà.

Esiste la dimensione ultraterrena del Paradiso e del Purgatorio, nella quale le anime continuano a vivere dopo il distacco dal corpo. Esiste la dimensione degli spiriti puri, nella quale si muovono gli angeli. Esiste anche la dimensione dell’inferno. In queste dimensioni, che i vostri sensi non percepiscono, la materia è assente. Pur essendo invisibili, queste dimensioni sono reali.Oltre la grande barriera

Oltre alla dimensione terrena e a quelle ultraterrena del puro spirito, esistono altre dimensioni nell’universo nelle quali è presente la vita umana, fatta di spirito e di materia. Sto parlando della presenza di altri uomini nell’universo, che è una parte immensa delle creazione, ed è una realtà anch’essa, concreta e indiscutibile.[3] Desidero che prendiate coscienza del fatto che non siete soli nell’universo!

Dio non ha creato solo l’uomo della Terra, così come non ha creato solo la Terra. Cosa vi fa pensare che Dio abbia creato solo voi? Perché limitate l’onnipotenza di Dio e cercate di imprigionare il suo pensiero, livellandolo al vostro? Sappiate che l’universo è immenso, come immensa è la potenza creatrice di Dio, che non si può misurare con criteri umani.  Sono molti gli uomini che vivono su altri pianeti, in realtà fisiche e spirituali spesso assai diverse da quelle della Terra. Però tutti gli uomini sono accomunati da una stessa dignità e dal medesimo destino: sono stati creati a immagine e somiglianza di Dio, sono stati da me redenti e sono figli di Dio come voi, destinati ad entrare nella gloria del Padre mio, alla fine dei tempi; allora consegnerò a lui l’intera umanità, rinnovata e redenta.

All’inizio della creazione l’umanità era una, destinata a vivere nell’armonia col Creatore. Gli uomini furono chiamati a scegliere se essere o meno fedeli a Dio, se collaborare o meno con lui per il bene di tutta la creazione. Alcuni rimasero fedeli, mentre altri, fra i quali i vostri progenitori, si ribellarono a Dio. Altri rimasero incerti e non giunsero ad una decisione piena.

Il peccato di ribellione, commesso da una parte dell’umanità, ha diviso l’intera umanità dell’universo e vi ha separato dai vostri fratelli. Da allora, i fratelli rimasti fedeli a Dio, vivono in realtà spiritualmente molto elevate, possiedono una conoscenza ben al di sopra della vostra, che li rende di molto superiori a voi in campo spirituale, scientifico e tecnologico. I fratelli rimasti indecisi, sono spiritualmente più deboli, ma non sono malvagi, e perciò il loro spirito è più forte del vostro. La vostra realtà la conoscete bene, ed è simile a quella di altri, ribelli come voi.  Tuttavia, l’umanità della Terra si trova nella condizione peggiore, perché, a differenza di tutti gli altri, ha stretto alleanza con Satana ed egli regna in molti cuori.

Io sono venuto sulla Terra, in mezzo all’umanità più fragile e ribelle dell’universo; qui mi sono incarnato, morendo e risuscitando una volta per tutte, a favore di tutti gli uomini dell’universo, dovunque si trovino. Col mio sacrificio, ho sanato la grande frattura prodotta dal peccato originale fra Dio e gli uomini e fra i diversi uomini dell’universo. Sono venuto fra voi ma non solo per voi. Sono sceso sulla Terra per fare di tanti popoli un solo popolo, un’umanità nuova, destinata ad una creazione nuova, non più appesantita dalla corruzione e dal peccato. Dio unisce, mentre Satana separa. I vostri progenitori, sedotti dal nemico e alleati con lui, hanno causato molte divisioni, ed hanno perso la memoria di ciò che furono, al punto che voi neppure più sapete dell’esistenza di altri fratelli. Siete arroccati sul vostro pianeta e pensate di essere gli unici ed i migliori, mentre non è così. Non vi accorgete che siete deboli ed incapaci di muovervi nell’universo, e neppure siete in grado di conoscerne la natura e l’estensione.

Desidero oggi dirvi che avete altri fratelli che sono figli del Padre mio e vostro. Quelli fedeli a Dio sono talmente puri! Vi amano e pregano per voi, silenziosamente vi seguono nel vostro faticoso cammino terreno. Spesso vi hanno aiutato lungo la storia, e ancora oggi vi aiutano senza che voi ne siate coscienti. Lo fanno perché Dio desidera questo, desidera che l’umanità torni ad essere unita nella fede in lui, nella speranza e nell’amore.

Conosco già la vostra domanda: perché non ne hai parlato prima? Perché non c’è traccia di questo nel Vangelo? Io vi dico che ho parlato di questa realtà ai miei apostoli. Perché non avrei dovuto farlo? Non dà forse gloria a Dio l’opera delle sue mani? Non solo, ma l’annuncio della salvezza doveva e deve essere portato a tutti i popoli dell’universo, e non solo a quelli della Terra. Anche questo rientrava nel mandato degli apostoli, ed in quello di ciascuno di voi. Molti fratelli di altri pianeti attendono la vostra testimonianza, perché è nella vostra umanità che il Salvatore si è fatto uomo, i vostri padri hanno visto e udito la mia opera e il mio insegnamento. Vi chiedete come possiate fare questo? Lasciate che sia Dio a mostrarvi come, lui ha tutti i mezzi per rendervi capaci di svolgere la vostra missione. Chiedetevi piuttosto se siete disposti a farlo, o se preferite non credere a questa realtà, perché il Vangelo non ne parla, gli scienziati non sanno, i sacerdoti dubitano, perché avete paura di essere presi per visionari, ecc., ecc.

Al tempo degli apostoli, l’umanità non volle ricevere questa rivelazione, non perché non fosse in grado di capire, ma perché non lo desiderava; nelle prime comunità cristiane, questo argomento fu causa di molti problemi e di profonde ribellioni. I miei apostoli entrarono nel silenzio, e così altri dopo di loro, fino a che di questo argomento si perse la memoria.  Del resto, io stesso parlavo in parabole, e di molte cose non ho potuto parlare apertamente! Volete un esempio? Pensate all’esistenza dell’America. Ne trovate forse notizia nel Vangelo, o ve ne hanno parlato gli apostoli? No, eppure quel continente esisteva; anche là vivevano altri uomini, vostri fratelli, ai quali doveva giungere un giorno l’annuncio del Vangelo. Lo avete scoperto dopo; se ne avessi parlato apertamente mentre ero sulla Terra, non sarei stato creduto.

Nonostante ciò, Dio non ha mancato, lungo i secoli, di dare segni dell’esistenza di altri fratelli nell’universo, e molti testimoni fra voi ve ne hanno parlato. Essi sono stati derisi e perseguitati, ma hanno tenuto vivo un bagliore di luce, affinché questa verità non fosse schiacciata per sempre sotto il macigno della menzogna e delle tenebre. Agli stessi potenti della Terra è stato concesso in molti modi di conoscere l’esistenza di questa grandiosa realtà, perché ne informassero i popoli della Terra. E cosa è successo? I vostri capi, oggi come ieri, vi hanno ingannati. Non vi hanno mai voluto rivelare ciò che sapevano sulla vita nell’universo. Temono di perdere potere e privilegi, e di doversi confrontare con altri capi ben più saggi di loro, rappresentanti di civiltà superiori alla vostra. Gli uomini corrotti della Terra temono ciò che non possono dominare, ed occultano ciò che non vogliono accogliere. Così credono di impedire ad altri di conoscere ed accettare ciò che non fa comodo a loro. I vostri capi vi imbrogliano e vi privano della conoscenza di una realtà che vi appartiene di diritto, in quanto figli di Dio e abitanti dell’universo.

Oggi vi annuncio che si avvicina il tempo in cui la presenza della vita di altri uomini nell’universo verrà rivelata da Dio, nei tempi e nei modi che il Padre vorrà. Sì, figli, io vi assicuro che la verità di Dio sarà manifestata all’intera umanità per quella che è, e non secondo le interpretazioni e le simulazioni degli uomini. Saranno illuminate le cose visibili e quelle invisibili, ed esse si mostreranno senza più impedimenti. Questo non avverrà indiscriminatamente, e neppure con quei segni eclatanti che molte persone superficiali attendono. Avverrà nello spirito degli uomini che credono in Dio Padre, e si donano a lui per mezzo del Figlio nello Spirito Santo, attraverso il Cuore Immacolato di Maria. A questi figli fedeli sarà data la conoscenza vera, profonda, inconfutabile della realtà. Essi aiuteranno altri ad arrivare alla stessa conoscenza, ed essa si trasmetterà da spirito a spirito; i potenti della Terra non potranno far nulla per impedirlo. Si formerà sulla Terra un popolo nuovo, in grado di discernere la verità dalla menzogna, che non si lascerà più incantare dalle voci ingannatrici. Poi verranno anche i segni esterni, a conferma di quanto già vivrà nelle anime dei giusti.

Perciò vi dico che, se sarete completamente donati a me e pronti a servire alla mia opera, conoscerete ciò che si muove nell’universo, ciò che è visibile ed invisibile. Non permetterò più ai potenti e ai prepotenti di nascondere agli occhi dei piccoli e dei poveri la mia opera. La vita nell’universo è opera di Dio, ogni uomo creato è opera di Dio, su qualunque pianeta si trovi a vivere. Nessuno può arrogarsi impunemente il diritto di occultare la mia opera, né di deformarla o di deriderla. Sulla Terra è accaduto fino ad oggi proprio questo. Vi ho lasciati liberi, nella mia bontà, di agire come meglio pensavate. Vi ho mandato segni e profeti. A molti di voi ho inviato fratelli di altri pianeti, fedeli a me, che vi hanno parlato di tante cose. Ho atteso la vostra conversione, ma inutilmente. La vostra umanità non vuole vedere, fa finta di non conoscere, è ostinata e ribelle.

Ora il tempo sta per scadere. Nonostante la corruzione di molti, sulla Terra ci sono uomini che amano Dio, che si offrono a lui e che si mantengono fedeli, in mezzo a tante prove. Purtroppo non sono molti, ma da questo piccolo resto ripartirà con potenza l’opera di Dio, e l’annuncio della salvezza sarà portato a tutto l’universo. Ogni figlio di Dio, su ogni pianeta, avrà la possibilità di conoscermi, amarmi e seguirmi. Tutta l’umanità dovrà incontrarsi faccia a faccia con me, prima o dopo. Se sarete pronti a far parte del mio piccolo resto, donandomi la vita con sincerità e amore, I fratelli dell’universo fedeli a Dio verranno a voi, e li incontrerete.  Non sarà un incontro fra estranei che si guardano con sospetto, ma sarà il ritrovarsi di fratelli a lungo separati. Sarà un abbraccio pieno di amore. Essi vi aiuteranno ad elevarvi sempre di più a Dio, e così faranno con altri fratelli di altri pianeti bisognosi di aiuto.  A poco a poco saranno riuniti tutti i miei figli dispersi nell’universo; saranno rinnovati nello spirito e nel pensiero, mediante la comunione fra loro nel mio Spirito. Sarà un popolo nuovo, il vero popolo di Dio.

Non passerà molto tempo prima che tutto questo avvenga. La mia azione si farà sempre più rapida e stringente, perché è grande il bisogno di salvezza di tanti uomini nell’universo, ed il loro grido sale a me. Perciò interverrò con potenza nella storia dell’umanità, servendomi di uomini onesti, integri e privi di ambizioni. Non vi è chiesto di conoscere come e quando si realizzeranno i piani di Dio, né di compiere grandi imprese. Vi è chiesto di mettervi totalmente a disposizione, donando a me la vostra vita, affinché io possa agire in voi fino a trasformarvi. Così la vostra vita sarà strumento di vita e di salvezza, e toccherà con amore le cose visibili e quelle invisibili. La vostra vita rinnovata sarà la vostra forza e la vostra gioia, sarà una pietra viva nell’edificio di Dio.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.


[1] Ho parlato approfonditamente del pensiero di Dio in noi nel libro “Riscrivere la Storia – Vol. I Nel pensiero di Dio”

[2] Nel libro “Oltre la grande barriera” ai cap. 5 e 13 ho parlato del soffio della vita nella creazione e dell’uomo composto di spirito, anima e corpo

[3] Della vita su altri pianeti ho parlato a lungo nel libro “Oltre la grande barriera” al cap. 6

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Scrivici

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Appuntamenti 2017

 

Qui la nuova Rubrica a cura del nucleo dei medici http://www.fortezzadellimmacolata.org

Per informazioni contattateci.

Appuntamenti 2017

Carissimi fratelli e sorelle, vi comunichiamo che l'incontro del mese di Maggio 6- 7 a Ghedi è stato ANNULLATO Riprenderemo il percorso nel mese di Giugno come previsto il 3 e 4 .
Che Dio vi benedica!!! 
Giugno sab. e dom. 3-4 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS)  
Luglio sab. e dom. 1-2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
LUGLIO dal 12 al 17 viaggio Međugorje (BIH) per i giovani entro i 33 anni 
Vieni, vedi, vivi … Come giovani del Popolo nuovo vi proponiamo giornate di vita, condivisione e preghiera nella nostra Casa-Santuario a Medjugorje,
 iconaRegina della Pace, completamente tuoi - a Gesù attraverso Maria"
 
Agosto mercoledì 2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornata di  preghiera
Agosto dal 13 al 18 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata. Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata.
Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Settembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Ottobre sab. e dom. 30 (settembre)-1 (Ottobre) con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Novembre sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
NOVEMBRE dal 29 (Ottobre) al 2 (Novembre) viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Dicembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
DICEMBRE dal 29 al 2 Gennaio viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Per informazioni contattateci.
Che Dio vi benedica!!!
Fondazione  Fortezza dell’Immacolata

Međugorje
 

Ghedi

IL SEGNO è UNA CROCE 1

Tel. n. +39.3316709504

fax n. +39.019 2070460

redazione@lucidellesodo.it

Il cammino del popolo nuovo

Il cammino del popolo nuovo.cop-001

Indice Articoli

Intervista a Canale 5 - 4 ottobre 2008

Salone Internazionale del libro - Torino, Maggio 2009

Oltre la grande barriera, presentazione del libro di Stefania Caterina

Intervenuti: Renzo Allegri, Massimo Centini, Selma Chiosso, don Ermis SEGATTI

.

Incontro con Stefania Caterina -18.Dicembre 2011 -1.parte

Incontro con Stefania Caterina - 18 Dicembre 2011 - 2.parte

.

Intervista a Stefania Caterina 11.Novembre 2010

.

.

Intervista

Contact Us

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Invia
   

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi