(dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. V, anni dal 2014 al 2017”, pag. 35)

Messaggio dello Spirito Santo del 15 maggio 2016 – Solennità di Pentecoste

“Figli miei carissimi, popolo mio,

oggi desidero benedirvi e avvolgervi con la mia luce. Il fuoco del mio amore scenda su di voi come è sceso nella prima Pentecoste sulla Chiesa nascente. Il mio fuoco, se accolto dai vostri cuori, diventa luce e la luce illumina ogni tenebra, diventa conoscenza di Dio autentica e profonda.

È mio compito portarvi alla verità tutta intera, secondo quello che il Padre desidera e che il Figlio ha reso possibile mediante il suo sacrificio per voi. È mio compito illuminarvi nel profondo e dall’alto; è incessante la mia opera per portarvi alla conoscenza di Colui che è la Via, la Verità e la Vita. Io vivo per il Padre e per il Figlio e con loro vivo per il nostro popolo; nostro perché è il popolo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.1

L’azione ininterrotta della Santissima Trinità in questo tempo porta alla creazione nuova e la creazione nuova nasce attraverso un popolo nuovo. Oggi io desidero fare di voi un popolo nuovo. Perciò questo è un grande giorno per voi. È un giorno solenne perché oggi scendo su di voi con la stessa potenza con cui sono sceso sulla prima Chiesa. Scendo anche in tutto l’universo su ogni figlio di Dio, per fare di ogni figlio di Dio un tempio vivente. Tutti i figli di Dio nell’universo formeranno insieme il popolo nuovo.

Siate consapevoli che oggi comincia la Pentecoste cosmica: ciò significa che d’ora in avanti ci sarà un solo popolo di Dio in tutto l’universo. D’ora in poi non sarete più un piccolo resto dell’umanità della Terra, bensì il popolo dell’universo che vive sulla Terra. Nel popolo di Dio ci saranno diversità di esperienze, di culture, di pianeti ma ci sarà un solo spirito. Io sono Colui che tiene unito il popolo, che congiunge fra loro tutti i figli di Dio per fare di loro un popolo nuovo.

Oggi scendo su tutti i miei figli nell’universo. Siete consapevoli di cosa significa questo? Siete consapevoli che un popolo nuovo è un popolo diverso? Ciò non vuol dire che siete più grandi degli altri; al contrario, vi chiedo di essere umili e servi di questa umanità sofferente e povera perché privata della Verità; umili servitori di Colui che è la Verità, Gesù Cristo, e che portano a tutti i fratelli della Terra la Verità. Popolo diverso significa che questo popolo nuovo sarà visto come diverso. Perciò sarete perseguitati; vale anche per voi ciò che è stato detto agli apostoli e ai discepoli: «Vi cacceranno dalle sinagoghe»2. Vi diranno che siete diversi e che fate parte di una setta; vi chiameranno fanatici, eretici, ecc.. Voi però sapete chi siete: il popolo di Dio. Questo popolo di Dio riconoscerà se stesso stando faccia a faccia con Dio. Vi riconoscerete in Dio e non in quello che gli altri diranno di voi.

Non temete le persecuzioni, esse vi spingono più avanti nel cammino, come hanno spinto fuori da Gerusalemme gli apostoli e i discepoli impauriti. Così si è propagata l’opera della redenzione. Allo stesso modo si diffonde ora l’opera della nuova creazione: il popolo immenso di Dio si spanderà in tutto l’universo come il seme di Dio. Sarà unito perché un seme non può rimanere in se stesso altrimenti muore.3

Vi invito a vivere intensamente la comunione fra voi come Gesù vi ha insegnato. È l’amore reciproco, limpido e puro, che fa di voi un popolo nuovo.4Non vi servono grandi discorsi, non vi occorre nulla più di quanto vi è già stato dato. Ora serve soltanto che voi lo viviate. Avete ricevuto tanto attraverso il Vangelo, gli insegnamenti della Chiesa lungo i secoli, l’insegnamento dei santi, dei testimoni, dei martiri. Avete ricevuto anche molte rivelazioni. Possedete perciò una dottrina solida e non vi occorrono altre dottrine, avete già tutto. Ora fate vivere in voi la scintilla della verità, la fiamma del mio amore. Allora io conterò su di voi e vi accompagnerò sempre ovunque sarete. Ovunque andrete porterete la fiamma viva dell’amore di Dio. 5

È importante che comprendiate la gravità di questo tempo: la Terra versa in condizioni gravissime ed anche la Chiesa che in gran parte ha smarrito la via della Pentecoste. Voi però non siete contro la Chiesa ma siete una scintilla nuova e potente nella Chiesa di Dio. La Chiesa di Dio deve essere una sola, quella che serve Cristo e onora il Padre, che è guidata da me e che vive per la gloria della Santissima Trinità e per il bene di tutti gli uomini di buona volontà.

Ve lo ripeto: non siete fuori dalla Chiesa ma siete “la Chiesa”; non c’è infatti altra Chiesa che questa: un popolo semplice, umile, che ama Gesù, che vive i suoi insegnamenti e secondo le sue leggi, nella comunione fraterna e nella santità della vita, a immagine di Maria Santissima, Madre vostra. Questa è la Chiesa, tutto il resto sono strutture che non vi servono ora né vi serviranno più.

Vi ripeto che siete un solo popolo nuovo in tutto l’universo e che non siete più il piccolo resto della Terra, bensì quella parte del popolo dell’universo che vive sulla Terra. Non c’è più differenza tra voi e le umanità fedeli, tra voi e quanti nell’universo vivono per il loro Signore Gesù Cristo. Siete parte di un solo popolo, quello dell’universo, che piaccia o no.

Siate consapevoli di tutto questo e della responsabilità che oggi vi affido, ma siate anche consapevoli della potenza della grazia da cui sarete investiti, sia voi che siete qui presenti, sia quanti sono uniti a voi in spirito. Questa potenza scenderà, attraverso di voi, sulle vostre case, sulle vostre famiglie, sui vostri popoli. Scenderà su questa casa e su tutte le case che questo popolo abiterà. Ovunque ci sarà un membro del popolo nuovo, là ci sarà il popolo dell’universo, ve lo prometto. Da parte vostra mi aspetto fedeltà, trasparenza, coraggio, prontezza ad annunciare ovunque la verità. La Verità è Gesù Cristo, non ne esiste altra in tutto l’universo ne mai ce ne sarà un’altra.6

Questa verità fa tremare l’inferno. Perciò l’inferno tremerà davanti a voi, ma voi non tremate davanti all’inferno, non ne avete alcun motivo. Chi cammina insieme a me non teme nulla e ha sconfitto la morte. Perciò, forza popolo mio! Adesso comincia per voi il tempo di uscire fuori da tutte le “mura di Gerusalemme” che vi hanno costruito attorno, da tutte quelle mura che vi hanno oppresso e non hanno fatto risplendere in voi la bellezza di Dio. Io sono la bellezza di Dio e voglio risplendere dentro di voi. Sarò sempre con voi. Sarò sempre in voi, davanti a voi, oltre voi, al di sopra di voi per guidarvi, amarvi e proteggervi.7

Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

1 Cfr. Gv 16, 12-19

2 Cfr. Gv 16, 1-4

3 Cfr. At 8, 1-8

4 Cfr. Gv 15, 1-11

5 Cfr. Gv 20, 21-23; Lc 24, 45-49

6 Cfr. Gv 8, 12; Gv 8, 31-32; Eb 1, 1-3; Ap 20, 7-10

7 Cfr. At 1, 4-5

Iscriviti alla newsletter!

cerca

Ultime pubblicazioni

  • Messa vespertina nella vigilia della Domenica di Pentecoste

    Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo A cura di Mauro Messa vespertina nella vigilia della Domenica di Pentecoste Gl 3,1-5; Sal 103; Rm 8,22-27; Gv 7,37-39

  • Un passaggio cosmico

    (dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. V, anni dal 2014 al 2017”, pag. 35) Messaggio dello Spirito Santo del 15 maggio 2016 – Solennità di Pentecoste “Figli miei carissimi, popolo mio, oggi desidero benedirvi e avvolgervi con la mia luce. Il fuoco del mio amore scenda su di voi come è sceso nella…

  • Siete gli apostoli di questo tempo

    (tratto dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. V, anni dal 2014 al 2017”, pag. 59; Ed. Luci dell’Esodo)   Messaggio di Gesù dell’8 gennaio 2017 – Battesimo del Signore “Miei cari figli, è giusto che oggi io vi benedica perché desiderate rinnovare le promesse del vostro battesimo. Ogni volta che fate questo, la…

Archivi