Messaggio di San Giuseppe del 18 marzo 2021

(La versione integrale la potete trovare su questo sito (messaggio integrale), nel libro“Verso la Nuova Creazione – vol. VIII anno 2021”, pag. 38 e nel libro “Riscrivere la Storia – vol. III – La Donna vestita di Sole”, pag. 105; Ed. Luci dell’Esodo, www.lucidellesodocom)

“Carissimi figli,

come un padre amoroso mi rivolgo a voi. I figli di Gesù e di Maria sono tutti figli miei. Io veglio su di voi e su tutta la Chiesa dell’Universo come vegliavo sulla famiglia di Nazaret.

Proprio la famiglia di Nazaret deve essere per voi esempio e modello dell’autentica comunione in Dio. Essa è stata la prima cellula della Chiesa di tutto l’Universo. Si è formata in vista di Gesù, è vissuta per Gesù ed ha seguito le tappe della sua vita; da Gesù è stata preparata ed istruita in tutto. Di questo io sono testimone, perché la mia vita e la mia missione sono indissolubilmente legate alla vita e alla missione di Maria e di Gesù. Neppure la mia morte prematura ha potuto separarmi da loro; il mio spirito ha continuato e continua ad operare insieme a Maria e Gesù per l’eternità. […]

Come vi ho già detto, la famiglia di Nazaret è stata la prima cellula della Chiesa di Gesù Cristo di tutto l’Universo. Gesù era al centro come Re, Salvatore e Sommo Sacerdote della nuova Alleanza. Maria era la Madre e la Regina, la Corredentrice destinata a partecipare pienamente al Sacrificio del Figlio. Io ero il loro popolo e portavo in me la fede di Israele e la fede del popolo nuovo che sarebbe nato dal Sacrificio della Croce. Giorno dopo giorno, moriva in me il vecchio Israelita per lasciare posto al Cristiano redento.

Dio mi stava trasformando. Tutto in me e attorno a me era un grande mistero: il mio Figlio putativo era anche il mio Dio e il mio Salvatore. La mia sposa terrena sarebbe diventata un giorno anche mia Madre, Regina e Corredentrice, come per tutta l’umanità della quale anch’io facevo parte. Io vi ho aperto la strada perché ho accolto pienamente la Redenzione di Gesù e la Corredenzione di Maria. Per questo Dio mi ha chiamato ad essere il Custode della sua Chiesa di tutto l’Universo, come lo sono stato per la Sacra Famiglia, la piccola Chiesa di Nazaret.

Se volete diventare creature nuove dovete unirvi pienamente a Gesù e Maria come ho fatto io. Gesù non poteva nascere senza Maria, ma non poteva neppure morire senza di Lei. Aveva bisogno della partecipazione di una creatura immacolata che prendesse parte, a nome di tutta l’umanità, alla sofferenza della Croce e alla gloria della risurrezione ed aprisse così la strada ad una nuova umanità. Nessun altro avrebbe potuto farlo, ad eccezione di Colei che gli aveva dato tutto e che gli apparteneva interamente. [..]

Siate sempre in armonia col volere di Dio, figlioli, e lasciatevi portare dolcemente da Maria nell’abbraccio della Santissima Trinità. Contemplate l’opera di Gesù e di Maria in voi come facevo io. Ora la vostra casa è ben più grande della casa di Nazaret: è l’Universo e la vostra famiglia è l’immenso popolo di Dio che lo abita. Maria non è più l’umile donna di Israele che viveva la vita di ogni giorno, ma è la Madre dell’umanità che vi accoglie con amore. È la Corredentrice che incessantemente intercede per voi e vi ottiene misericordia e pace, in virtù della Passione che ha condiviso col Figlio. È la Regina dell’Universo che desidera rendervi partecipi della sua gloria. Soprattutto, è la Donna nuova che vi genera perché siate i figli di una nuova umanità.

Vi sono sempre accanto e vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

Iscriviti alla newsletter!

cerca

Ultime pubblicazioni

  • Messa vespertina nella vigilia della Domenica di Pentecoste

    Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo A cura di Mauro Messa vespertina nella vigilia della Domenica di Pentecoste Gl 3,1-5; Sal 103; Rm 8,22-27; Gv 7,37-39

  • Un passaggio cosmico

    (dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. V, anni dal 2014 al 2017”, pag. 35) Messaggio dello Spirito Santo del 15 maggio 2016 – Solennità di Pentecoste “Figli miei carissimi, popolo mio, oggi desidero benedirvi e avvolgervi con la mia luce. Il fuoco del mio amore scenda su di voi come è sceso nella…

  • Siete gli apostoli di questo tempo

    (tratto dal libro “Verso la Nuova Creazione – vol. V, anni dal 2014 al 2017”, pag. 59; Ed. Luci dell’Esodo)   Messaggio di Gesù dell’8 gennaio 2017 – Battesimo del Signore “Miei cari figli, è giusto che oggi io vi benedica perché desiderate rinnovare le promesse del vostro battesimo. Ogni volta che fate questo, la…

Archivi