Nel libro “Riscrivere la Storia – vol. III – La Donna vestita di sole” sono riportati dei colloqui tra Stefania Caterina, Padre Tomislav Vlašić e Maria Santissima. La Madre risponde alle loro domande approfondendo alcuni aspetti più specifici legati alla sua missione di Corredentrice e parlando del suo rapporto con la Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo. Ecco un estratto di domande e risposte.

 

Domanda: Perché alcuni cristiani non accettano la tua autorità di Corredentrice?

Questo è dovuto a diversi fattori: il comportamento di certa parte della Chiesa Cattolica che non ha messo nella vera luce la mia figura; l’odio di questa umanità verso la donna; la paura che la figura femminile offuschi il potere maschile. Questo si dice anche di me: molti ritengono che la devozione a me sottragga qualcosa alla venerazione di mio Figlio”.

 

Domanda: Noi ti abbiamo accolta come Madre e Regina.

Sì, voi mi avete riconosciuto come Regina. Se sono Regina, allora possiedo l’autorità di Regina. La mia maternità non si esprime solo nell’amore che ho per voi, ma anche nel potere di scacciare da voi il maligno.[…] Sono Corredentrice e perciò schiaccio e allontano il Male. Se non riconoscete la mia potenza e autorità, vi private di una forza possente contro il Male”.

[…]

Vi ho già parlato della mia autorità di Corredentrice. Oggi vi parlo della grazia dell’onnipotenza che ho ricevuto in quanto Corredentrice. In virtù della mia piena partecipazione al sacrificio di mio Figlio e della mia assunzione nella Santissima Trinità, Dio mi ha concesso di essere onnipotente per grazia.[…]”

[…] Questo però non significa che io possa agire secondo il mio arbitrio; al contrario, tutto quello che faccio è in piena armonia con il volere delle tre Persone Divine. […]”

 

Domanda: Questa Chiesa che ti accoglie come Corredentrice partecipa alla tua opera?

[…] La mia opera non si è esaurita con la mia assunzione al Cielo, ma continua in mezzo al popolo e prepara la venuta gloriosa di mio Figlio. Mi mancava finora una Chiesa che riconoscesse appieno tutte le mie prerogative e mi affiancasse, partecipando alla mia azione di Corredentrice. Anche voi non potevate pienamente partecipare alla mia azione, perché non eravate ancora in grado di capirla. Ora potete comprendere la mia opera di Corredentrice e parteciparvi. […]”

Domanda: Alla luce di quanto affermi, cosa ti aspetti da questa Chiesa?

[…] Mi aspetto da voi che andiate avanti, consacrati a me, e che promuoviate la mia opera di Corredentrice.[…]

Voi avete il compito di annunciare quanto vi è stato rivelato, così come vi è stato rivelato. Voi non siete più sottoposti alle autorità umane, come non lo sono neppure io. Mio Figlio vi ha liberato dall’oppressione di tutte le autorità che si sovrappongono a Dio e vivono secondo lo spirito del mondo. Andate avanti e non temete.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

La versione integrale la potete trovare nel libro “Riscrivere la Storia – vol. III – La Donna vestita di Sole”, pag. 92 a pag. 96; Ed. Luci dell’Esodo, www.lucidellesodo.com