1

Quarant’anni con me nel deserto di questa Terra  

24 giugno 2021 – Vigilia dell’anniversario delle apparizioni della Regina della Pace a Medjugorje

Messaggio di Maria Santissima – Quarant’anni con me nel deserto di questa Terra

 

In questo anno 2021, quarantesimo anno delle mie apparizioni a Medjugorje, si chiude un tempo di preparazione e COMINCIA IL TEMPO MESSIANICO. Un tempo di scelte definitive per ciascuno di voi e per l’intera umanità dell’Universo; tempo in cui Dio vuole portare a compimento quanto ha stabilito dall’eternità. Questi quarant’anni in cui avete attraversato con me il deserto della Terra, hanno prodotto in voi e in quanti sono stati fedeli a Dio e a me, un frutto straordinario: LA VENUTA INTERMEDIA DI GESÙ, di cui vi ho già parlato.[1]

 

“Carissimi figli,

sono passati quarant’anni dall’inizio delle mie apparizioni a Medjugorje. Abbiamo camminato insieme, voi ed io, per quarant’anni nel deserto di questa Terra e per questo vi ringrazio.

Il Signore Onnipotente mi ha mandato a voi in quel lontano 1981, perché la Terra si trovava in gravi difficoltà ed era sull’orlo di una guerra nucleare. I cristiani avevano assistito sgomenti all’attentato al Papa Giovanni Paolo II. Guerre e discordie attraversavano la vostra umanità. Mi sono presentata a voi come Regina della Pace per indicarvi la strada della vera pace, quella di mio Figlio Gesù, l’unica e vera pace. Vi ho annunciato allora che quelle sarebbero state le mie ultime apparizioni sulla Terra, perché così aveva stabilito il mio Signore, che mi aveva affidato il compito di guidare la cristianità della Terra verso i tempi nuovi.

A Medjugorje, un piccolo villaggio di gente semplice e credente, avrei voluto creare un’oasi dello spirito nel deserto della Terra, dalla quale parlare ai cristiani di ogni confessione, agli uomini di buona volontà e spegnere la sete di Dio in tante anime. Quest’oasi si sarebbe allargata sempre di più, se i parrocchiani e i pellegrini avessero aderito ai miei insegnamenti con cuore umile e sincero e se la Chiesa cattolica avesse rispettato e riconosciuto le mie apparizioni e la mia opera.

Tutte le mie apparizioni non sono mai state un evento spettacolare per attirare i turisti, né un privilegio per pochi eletti e neppure un insieme di messaggi da usare per belle prediche e citazioni. Sono state la mia opera visibile sulla Terra. Sono apparsa perché il Padre mi ha mandato a voi, come ha mandato suo Figlio, per aiutarvi a superare il peccato e indicarvi la strada sicura verso Gesù, perché solo in Lui potete salvarvi.

In ogni mia apparizione, mi sono sempre presentata a voi come Madre, per curarvi con il mio amore; come Regina dell’Universo, per richiamarvi alle vostre responsabilità di uomini e di cristiani; come Corredentrice, per agire insieme a mio Figlio Redentore nella potenza dello Spirito Santo e così strapparvi al male.

Fin dall’inizio, le apparizioni di Medjugorje contenevano una potenza straordinaria, prevista per questi tempi che sono gli ultimi. Non desidero ripetervi quanto vi ho già spiegato riguardo al mio piano a Medjugorje.[2] Aggiungo solo che a Medjugorje avrei voluto aprire davanti ai vostri occhi tutta la dinamica dell’azione trinitaria: i grandi misteri della creazione, i tesori della redenzione, il cammino di santificazione, per fare di voi cristiani maturi e capaci di affrontare le sfide del vostro tempo.

Di tutto questo che cosa è rimasto dopo quarant’anni? L’oasi spirituale di Medjugorje non si è ingrandita, mentre si è ingrandito il deserto sulla Terra, che vi circonda da ogni parte. Il deserto è la negazione della vita ed oggi il vuoto esistenziale dilaga sulla Terra. Nonostante la buona volontà e la santità di tanti parrocchiani e pellegrini, Medjugorje non ha brillato della luce che Dio desiderava.

La Chiesa cattolica non si è mai ufficialmente pronunciata sulle mie apparizioni. Molti dei suoi rappresentanti si sono presi gioco di me; hanno confuso i semplici, screditato la mia opera e perseguitato coloro che hanno creduto.

Dio però non è stato a guardare ma si è scelto un piccolo resto sulla Terra, al quale ha affidato ciò che non ha potuto affidare ad altri. Lo ha unito al resto del suo popolo presente in tutto l’Universo ed ha formato la “Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo”, alla quale già molti di voi appartengono. Dio ha fatto confluire in questa Chiesa le grazie rifiutate da molti e la santità di quanti appartengono a Gesù Cristo senza ipocrisie. L’ha destinata ad annunciare e testimoniare l’opera di Dio e gli eventi di questo tempo.

Io sono stata particolarmente presente in questa Chiesa, l’ho preparata come avrei voluto preparare la parrocchia di Medjugorje. Nulla è andato perduto di quanto il Signore voleva rivelare a questa umanità, e molte cose ancora dovranno esservi rivelate. Il Signore ha gradito la vostra fedeltà a Lui, a me e ai suoi strumenti che vi hanno accompagnato in questo lungo cammino. Dio è stato generoso con voi e voi dovete esserlo con Lui.

Per questo vi chiedo di essere fedeli alle rivelazioni che avete ricevuto in questi anni. Non sono rivelazioni private, concesse a qualcuno per una sorta di privilegio, perché Dio non concede privilegi personali e non fa preferenze di persone. Tutto ciò che vi dona è sempre per la crescita di tutto il suo popolo. Quanto avete ricevuto fa parte di un piano divino universale che coinvolge l’umanità di tutti i tempi e di tutti i pianeti. In esso si delineano l’identità e la missione della Chiesa di tutto l’Universo.

Il piano di ricapitolare in Cristo tutto l’Universo, che vi è stato spiegato in questi anni, si sta svolgendo sotto i vostri occhi e l’azione di Dio Trino ed Uno si fa sempre più intensa; ma l’umanità della Terra continua ad essere sorda ed insensibile ai richiami di Dio. Per questo soffre e passa da una dura prova all’altra, perché chi respinge i piani di Dio si ritrova a combattere contro di Lui e nessuno può vincere la battaglia contro Dio.

In questo anno 2021, quarantesimo anno delle mie apparizioni a Medjugorje, si chiude un tempo di preparazione e COMINCIA IL TEMPO MESSIANICO. Un tempo di scelte definitive per ciascuno di voi e per l’intera umanità dell’Universo; tempo in cui Dio vuole portare a compimento quanto ha stabilito dall’eternità. Questi quarant’anni in cui avete attraversato con me il deserto della Terra, hanno prodotto in voi e in quanti sono stati fedeli a Dio e a me, un frutto straordinario: LA VENUTA INTERMEDIA DI GESÙ, di cui vi ho già parlato.[3]

La presenza in spirito di Gesù sul vostro pianeta racchiude una potenza incalcolabile a favore di tutto l’Universo. Essa eleva e fa vibrare il vostro spirito, l’anima e il corpo. Non siete del tutto consapevoli di cosa significhi per voi essere i testimoni viventi di questo evento straordinario che è la venuta intermedia di Gesù.

Egli è qui e la sua presenza e la sua azione saranno percepite sempre di più dal suo popolo che lo ama e saranno fonte di una vita nuova. Saranno percepite anche dal popolo delle tenebre ma per esso saranno l’annuncio della fine, perché Gesù è tornato per annullare i progetti di Satana.

Nulla potrà più essere come prima e vedrete cambiare molte cose sulla Terra, se avrete gli occhi per vedere. Chi non vorrà vedere nulla e far finta di niente per non cambiare la propria vita, rimarrà cieco e vagherà nel deserto. Per questo vi invito a stare davanti a Dio con sincerità e onestà, affinché la sua luce apra i vostri occhi, e possiate cogliere la presenza di Gesù e partecipare attivamente alla sua opera. Non lasciate che il Signore vi passi accanto senza che neppure ve ne accorgiate, come faranno purtroppo molti uomini sprofondati in un sonno di morte.

Cari figli, è venuto per me il tempo di ritirarmi per accompagnare il popolo di Dio. D’ora in poi non mi manifesterò più alle folle che prima mi acclamano e poi mi dimenticano. Camminerò solo con coloro che veramente desiderano vivere nel mio Cuore per servire il vero Dio Trino e Uno. Aiuterò i miei figli fedeli a sentire la presenza viva di Gesù; intercederò per la Chiesa di mio Figlio di tutto l’Universo, affinché sia sempre più forte nello spirito, nella testimonianza e nelle opere. Essa farà fiorire il deserto. Attraverso questa Chiesa scenderà la grazia di Dio sull’intera umanità. Così le promesse di Dio, cantate dagli antichi profeti e annunciate dai santi di ogni epoca, saranno finalmente incarnate in una nuova umanità.

Vi prometto che sarò con voi, non vi lascerò mai e vi proteggerò. Ricordate sempre che siete proprietà esclusiva della Santissima Trinità, perciò nessuno potrà fermare il vostro cammino.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

[1] Messaggio di Maria Santissima del 7 dicembre 2020 “Il tempo messianico”

[2] Messaggio di Maria Santissima del 25 maggio 2013 “Il piano della Madonna a Medjugorje”; “Riscrivere la storia- vol II” L’Universo e i suoi abitanti” Pagg. 294 e ss.

[3] Messaggio di Maria Santissima del 7 dicembre 2020 “Il tempo messianico”