Vivere nella verità e nella giustizia

Messaggio di Dio Padre – Vivere nella verità e nella giustizia

 

In questo giorno, due giovani sorelle della Fondazione “Fortezza dell’Immacolata” si sono consacrate al servizio di Dio e della “Chiesa di Gesù Cristo dell’Universo”. Durante la celebrazione, Dio Padre ci ha rivolto la sua parola.

“ Carissimi figli,

questo è un giorno importante per il vostro popolo perché due giovani vite si consacrano al servizio di Dio e della Chiesa di tutto l’Universo. Questo è anche un grande dono per tutta l’umanità.

Ognuno di voi che si consacra è un dono per l’umanità, una goccia nell’immenso mare della carità di Dio su questa Terra che ne ha estremo bisogno. L’umanità è così assetata che ha bisogno di un oceano per dissetarsi. Voi siete  piccole gocce di questo oceano che sono però preziosissime.

Che cosa vuol dire consacrarsi a me? Vuol dire vivere nella verità. La verità è presente soltanto in me, in mio Figlio e nello Spirito Santo. Gesù è venuto sulla Terra per portarvi la verità. Si è presentato come unica Via, Verità e Vita.[1] Al di fuori di mio Figlio, non esiste un’altra via che conduca l’umanità alla salvezza, né un’altra verità e neppure un’altra vita. Al di fuori di me non c’è vita, né potrete trovarla se non in me, attraverso mio Figlio, nello Spirito Santo.

La vostra vita offerta a me diventa un dono enorme che trasforma ogni cosa in voi e attorno a voi. Quando una persona e un popolo si consacrano a me, attraverso mio Figlio nello Spirito Santo, io pongo attorno a ciascuno e a tutto il popolo uno scudo che protegge dagli attacchi del Male. Da questo proviene una vita sempre nuova che vi protegge e vi alimenta. Così diventate il riflesso della presenza di Dio dovunque passiate e qualunque cosa diciate. Il mio volto brilla su di voi e la gente conosce la verità.

Oggi vi chiedo di vivere nella verità che mio Figlio vi ha portato, che avete accolto e che vive in ciascuno di voi. Che questo popolo non scenda mai a compromessi con la verità, ma proceda spedito sulla strada maestra, senza voltarsi indietro né fermarsi a perdere tempo lungo la strada con chi non vuole partecipare alla vita di Dio. Sia il vostro sguardo fisso verso la méta, così come avete sentito nella lettura [2].

Io vi accompagnerò e mio Figlio vi porterà a me perché è suo compito. Lo Spirito Santo vi farà conoscere sempre di più la vita di Gesù in voi. Così Gesù, nella potenza dello Spirito Santo, condurrà ciascuno di voi e tutto questo popolo a me e voi vivrete nella verità. 

Vivrete anche nella giustizia che proviene dalla fede. È questa la vera giustizia, di cui il mondo è completamente privo perché non vive nella verità. Chi non vive nella verità non può vivere neppure nella giustizia. La giustizia deve trionfare sulla Terra ma non la giustizia come vendetta, così come la intendono gli uomini, bensì la giustizia che è amore, pace, bontà e che vi fa vivere secondo le mie leggi che sono leggi di rettitudine, di bontà e di tenerezza.[3]

Figli miei, affido a voi qui presenti e a quanti sono uniti a voi, il grande compito di camminare incessantemente verso la verità e la giustizia. Allora la mia Chiesa risplenderà sulla Terra come nel resto dell’Universo e sarà una Chiesa santa, pura, immacolata come la Madre sua.

Vi chiedo, figlioli, di essere persone autentiche e sincere nel rapporto con me, con voi stessi e con gli altri. Guardate le cose come sono in Dio e non vi sbaglierete. Io vi accoglierò e vi aiuterò sempre, anche quando vi sentirete fragili o inadeguati, quando avvertirete tutto il vostro limite. E se camminerete con fatica vi sorreggerò e vi porterò al traguardo: vi farò vivere secondo le mie leggi e sarete il popolo di Dio su questa Terra[4].

Vi benedico nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo”.

[1] Cfr. Gv 14, 1-14

[2] Fil 3, 1-16

[3] Cfr. Mt 5

[4] Cfr. Ez 36, 24-32