www.lucidellesodo.it

Siti ufficiali Multilingue
  • A La Nueva Creación a cargo de Stefania Caterina
  • Az Új Teremtés felé
  • DE
  • ENG
  • fr
  • HR
  • La Nueva Creacion
  • portoghese
  • rep.ceca
  • ro
  • Towards the New Creation by Stefania Caterina
Newsletter
Archivio articoli
DVD video – Audiolibro

dvd 1-raccolta video

DVD video 1 e 2

audiolibro1

RICHIEDI QUI

Cari lettori e lettrici,
Ringraziamo tutti quanti ci aiutano a divulgare i messaggi relativi alle rivelazioni ricevute da Stefania Caterina, e pubblicati nel suo sito Verso La Nuova Creazione  (©Luci dell’Esodo srl).
 
Vi invitiamo pertanto a non copiare e incollare i messaggi di Stefania Caterina, producendo altri siti emulativi, ma a permettere l’accesso al nostro sito tramite link; così da lasciare l’originalità e l’identità di questo progetto integra e non generalizzata con altri contenuti.
 
Il Nucleo Luci dell’Esodo offre la vita per il servizio a questo progetto, con il compito di proteggerne l’integrità e l’originalità.
Con la disponibilità a collaborare con tutti voi, per valorizzare gli impulsi che lo Spirito opera nel suo popolo, vi ringraziamo, benediciamo e accompagniamo con la preghiera e l’offerta della vita a Dio.
 
Il Nucleo 
Luci dell’Esodo

L’intimità con Dio

Pentecostes

Vi saluto carissimi lettori! Spero abbiate vissuto una Pasqua radiosa di risurrezione con Gesù. Ci avviciniamo alla grande solennità di Pentecoste. Il Catechismo della Chiesa Cattolica ci ricorda il significato profondo di tale solennità, laddove afferma: “Cinquanta giorni dopo la sua risurrezione, a Pentecoste, Gesù Cristo glorificato effonde lo Spirito a profusione e lo manifesta come Persona divina, sicché la Trinità Santa è pienamente rivelata. La Missione di Cristo e dello Spirito diviene la Missione della Chiesa, inviata per annunziare e diffondere il mistero della comunione trinitaria”(cap. III § 144).

È quindi fondamentale per ciascuno di noi vivere un rapporto sempre più stretto con lo Spirito Santo, affinché Egli ci guidi, ci santifichi, ci faccia vivere in Cristo e ci mandi a testimoniare la vita di Cristo. Per aiutarvi in questo, desidero proporvi in questo mese un messaggio ricevuto dallo Spirito Santo alla vigilia di Pentecoste del 1999, nel quale si parla della necessità di vivere la vera intimità con Dio, che è la base della vita spirituale.

Vi auguro di ricevere grazia e forza dallo Spirito Santo, per vivere sempre più immersi nella beatitudine della vita divina già qui sulla Terra. Potrebbe sembrare un’utopia ma non lo è; possiamo tutti arrivarci con l’aiuto potente dello Spirito Santo che ci conduce a sperimentare, giorno dopo giorno, la grandezza e la bontà di Dio.

Vi saluto con grande affetto in Cristo.

Messaggio dello Spirito Santo del 22 maggio 1999,  vigilia di Pentecoste

“Vi benedico in questa sera,vigilia di Pentecoste. Vorrei ricordarvi che ogni vostro sforzo nella vita spirituale, è inutile se non vivete l’intimità con Dio. Sono poche le anime che hanno scoperto Dio, anche fra quelle che dicono di appartenergli. Poche le anime che hanno scoperto Dio come amico, e ancora meno quelle che lo hanno scoperto come Padre.

In quasi tutti voi manca l’intimità con Dio, manca la capacità di entrare nel silenzio e di sentire Dio come parte della propria vita. Eppure tutti voi siete chiamati a sentire il contatto intimo con me; ne avete la possibilità se mi amate e se siete capaci di ritirarvi in voi stessi, nella parte più profonda del vostro essere, così misteriosa, segreta e inviolabile, là dove io vivo. Dovreste percepire questo contatto come qualcosa che vi rende fecondi, perché io sono lo Spirito di Dio, lo Spirito della Vita. Così come nell’intimità fra i coniugi viene concepita la vita, così anche nell’intimità con Dio l’anima concepisce la vita di Dio. Vi invito a questa intimità senza la quale non potete trovarmi. Non potete trovarmi nei fenomeni straordinari, neppure dove c’è chiasso e confusione, dove ci sono troppe parole. Potete trovarmi solo nell’intimità della vostra anima e della vostra vita.

Vi prego di non permettere a nessuno di violare la vostra intimità con Dio, e di far sì che il vostro spazio interiore appartenga solo a Lui e a voi, e a nessun altro. Non permettete al veleno del mondo, a ciò che è sporco e vile di penetrarvi, di profanare quell’intimità che è anche il vostro santuario. È qui, nel santuario della vostra anima, che dovete stare in silenzio, inginocchiati ad adorare Dio.

Vi chiedo anche di rispettare l’intimità di ogni anima, di rispettarla sempre. Chiedo soprattutto ai sacerdoti: aiutate ogni anima che vi è affidata a trovare in sé lo spazio di intimità con Dio, insegnatele a rispettarlo negli altri. Così cresce una comunità sana, quando uno aiuta l’altro a trovare e vivere l’intimità con Dio e a rispettarlo in tutti. In questo rispetto nasce la Chiesa, quella vera, che è il santuario dell’amore.

Rispettare l’intimità della persona non vuol dire che non si debba correggere la persona. Mi rivolgo ancora ai sacerdoti, ma anche ai genitori e agli educatori: lasciate che la persona maturi, affinché sia, libera di crescere davanti a Dio. Non libera di fare ciò che vuole, ma libera perché accolta e rispettata nella sua libertà di crescere e di decidere. Così agisce Dio che rispetta sempre la vostra libertà. Lasciate sempre che l’ultima parola sia quella di Dio e mai la vostra anche se siete sacerdoti o educatori. Lasciate che sia Dio a compiere la sua opera in ciascuno. A voi spetta preparare il terreno, come il giardiniere prepara il terreno per il seme ma il seme non lo fa crescere lui. Perciò vi suggerisco di dire le cose con delicatezza ma con chiarezza. Aiutate le persone che vi sono affidate a giungere a una chiara scelta esistenziale; a volte nelle anime c’è ignoranza del vero bene oltre che egoismo. Poi lasciate che ciascuno scelga nella libertà e nient’altro.

A voi tutti dico: è vostro compito mostrare la verità ai vostri fratelli e portarli per quanto sta a voi alla verità. Voi però rispettate sempre le scelte degli altri, anche quando sono dolorose, così come io le rispetto anche se vedo che tanti si perdono. Molti di voi arrivano davanti al santuario della verità e non vi entrano. È tremendo! È come morire di fame sulla soglia della sala del banchetto, dove la tavola è ricolma di ogni bene. Così vivono e si spengono tante anime.

L’educazione e la formazione che non rispettano la persona nella sua intimità, soprattutto nella sua intimità con Dio, costituiscono una vera e propria forma di violenza. L’anima di una persona non viene aiutata a maturare e a crescere, ma le viene inculcata la disciplina. Il suo spazio di intimità viene occupato dalla regola, dalla forma e dalla legge; si crede così che una persona sia buona e santa perché rispetta le regole, e non sempre è vero. Occorre certamente una disciplina ed il rispetto delle regole, ma questo deve avvenire senza costrizioni, imposizioni e senza alcuna violenza. La persona aiutata a crescere nella fede in Dio e nel rispetto del prossimo, si orienta con naturalezza verso la vera disciplina interiore, quella che proviene dalle leggi di Dio scritte in ciascuno di voi. Spesso, invece, si svolge un grande dramma nella fase della crescita, perché la guida delle anime non è lasciata a me ma alla mente umana, alla scienza umana, alla paura umana; e la paura genera paura.

Domanda: “Che cosa succede alle persone in quei movimenti o nelle sette che rifiutano Dio, e che in molti casi adorano Satana”?

“Quando parlo di cattiva educazione, non mi riferisco solo a certe sette e movimenti cosiddetti spirituali che si oppongono a Dio, e dove la violenza è davvero tanta. Purtroppo, mi riferisco anche a certe realtà cristiane nelle quali si esercita violenza sulle anime, e se sapeste quanta! Non crediate che, nell’ambito religioso le persone siano più rispettate che altrove, e siano indirizzate meglio: se manca, la mia guida, il livello è lo stesso. In molti movimenti cristiani, comunità di fedeli e ordini religiosi, ci sono quelli che pregano e pregano, che si presentano come giusti, e si riempiono la bocca di invocazioni allo Spirito Santo ma non mi conoscono perché non mi amano, né si donano a me. Rimangono egoisti e ipocriti. Così non sono guidati da Dio e non possono guidare altri, sono ciechi che guidano altri ciechi; giudicano gli altri e non di rado procurano danni immensi ai loro simili e, quel che è peggio, lo fanno a nome di Dio. Nessuno può aiutare davvero gli altri senza di me”!

Vorrei chiederti, Spirito Santo, il dono di un rapporto vivo e vitale con le Tre Persone della SS. Trinità, e la grazia di vivere con responsabilità questo rapporto. Donami e donaci questa grazia.”

“Quello che chiedi è un grande dono e, nello stesso tempo, una grande conquista. Nel rapporto con la SS. Trinità è racchiuso il fondamento di tutta la vita spirituale e dell’intera teologia; non c’è nulla di più importante di questo. L’uomo si affanna a studiare chi è Dio, come trovare Dio, cosa fa Dio, quali qualità possiede Dio; non ha capito che ciò che conta realmente è il suo rapporto con Dio, perché nel rapporto intimo con Dio Trino e Uno sta l’essenza della vita, e tutto ciò che serve nella vita e oltre la vita. Nel vostro vivere in Dio e con Dio si rigenerano e trovano la loro giusta dimensione, il vostro essere, la vostra intelligenza e tutte le vostre capacità. Tutto questo, però, dovete sinceramente desiderarlo e cercarlo con umiltà, perché Dio non vi impone nulla, neppure il suo amore. Vi cerca continuamente ma non vi costringe, vi ama ma non vi opprime, vi desidera ma non vi possiede, vi lascia liberi di scegliere e di capire dove sta la vita.

Vi benedico oggi perché in voi ci sia sempre il desiderio di Dio; se sarà un desiderio sincero, limpido, privo di ambizioni e compromessi, allora io non mancherò di portarvi là dove devo portarvi, cioè al Padre attraverso il Figlio. Gesù ed io operiamo incessantemente affinché ognuno di voi arrivi alla pienezza e tutto ciò che facciamo, è per la vostra vita. Tutto passa attraverso le nostre vite per portarvi alla vita del Padre.

Vi amo molto e vi proteggo; vi dono la grazia per aprire in voi e nelle anime dei vostri fratelli uno spazio sempre più grande, lo spazio della vita che scorre tra la creatura ed il Creatore, lo spazio di amore infinito che continuamente vi rigenera.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.”

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Scrivici

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Appuntamenti 2017
mare

Qui la Rubrica a cura del nucleo dei medici http://www.fortezzadellimmacolata.org

Per informazioni contattateci.

Appuntamenti 2017

Che Dio vi benedica!!! 
Giugno sab. e dom. 3-4 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS)  
Luglio sab. e dom. 1-2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
LUGLIO dal 12 al 17 viaggio Međugorje (BIH) per i giovani entro i 33 anni 
Vieni, vedi, vivi … Come giovani del Popolo nuovo vi proponiamo giornate di vita, condivisione e preghiera nella nostra Casa-Santuario a Medjugorje,
 iconaRegina della Pace, completamente tuoi - a Gesù attraverso Maria"
 
Agosto mercoledì 2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornata di  preghiera
Agosto dal 13 al 18 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata. Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata.
Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Settembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Ottobre sab. e dom. 30 (settembre)-1 (Ottobre) con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Novembre sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
NOVEMBRE dal 29 (Ottobre) al 2 (Novembre) viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Dicembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
DICEMBRE dal 29 al 2 Gennaio viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Per informazioni contattateci.
Che Dio vi benedica!!!
Fondazione  Fortezza dell’Immacolata

Međugorje
 

Ghedi

IL SEGNO è UNA CROCE 1

Tel. n. +39.3316709504

fax n. +39.019 2070460

redazione@lucidellesodo.it

Il cammino del popolo nuovo

Il cammino del popolo nuovo.cop-001

Indice Articoli

Intervista a Canale 5 - 4 ottobre 2008

Salone Internazionale del libro - Torino, Maggio 2009

Oltre la grande barriera, presentazione del libro di Stefania Caterina

Intervenuti: Renzo Allegri, Massimo Centini, Selma Chiosso, don Ermis SEGATTI

.

Incontro con Stefania Caterina -18.Dicembre 2011 -1.parte

Incontro con Stefania Caterina - 18 Dicembre 2011 - 2.parte

.

Intervista a Stefania Caterina 11.Novembre 2010

.

.

Intervista

Contact Us

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Invia