www.lucidellesodo.it

Siti ufficiali Multilingue
  • A La Nueva Creación a cargo de Stefania Caterina
  • Az Új Teremtés felé
  • DE
  • ENG
  • fr
  • HR
  • La Nueva Creacion
  • portoghese
  • rep.ceca
  • ro
  • Towards the New Creation by Stefania Caterina
Newsletter
Archivio articoli
DVD video – Audiolibro

dvd 1-raccolta video

DVD video 1 e 2

audiolibro1

RICHIEDI QUI

Cari lettori e lettrici,
Ringraziamo tutti quanti ci aiutano a divulgare i messaggi relativi alle rivelazioni ricevute da Stefania Caterina, e pubblicati nel suo sito Verso La Nuova Creazione  (©Luci dell’Esodo srl).
 
Vi invitiamo pertanto a non copiare e incollare i messaggi di Stefania Caterina, producendo altri siti emulativi, ma a permettere l’accesso al nostro sito tramite link; così da lasciare l’originalità e l’identità di questo progetto integra e non generalizzata con altri contenuti.
 
Il Nucleo Luci dell’Esodo offre la vita per il servizio a questo progetto, con il compito di proteggerne l’integrità e l’originalità.
Con la disponibilità a collaborare con tutti voi, per valorizzare gli impulsi che lo Spirito opera nel suo popolo, vi ringraziamo, benediciamo e accompagniamo con la preghiera e l’offerta della vita a Dio.
 
Il Nucleo 
Luci dell’Esodo

Il futuro del mio popolo

 

Carissimi lettori,

Gesù ci prospetta un nuovo passo, e a noi spetta compierlo nel migliore dei modi. Cercherò di aiutarvi con poche parole.

Il primo passo lo compie il singolo, se sceglie Gesù Cristo in modo libero, responsabile ed incondizionato, attraverso il Cuore Immacolato di Maria. Nel Cuore di Maria si trova la vita immacolata, che Dio ci dona se vogliamo vivere faccia a faccia con Lui, sinceri, trasparenti e integri. Non ci è chiesto di essere perfetti, migliori degli altri, quanto piuttosto di immergere umilmente nell’amore di Dio i nostri peccati, i limiti e le necessità, per vivere come creature nuove, secondo i suoi desideri. Man mano che cresceremo, troveremo in Dio la nostra vera identità e la pienezza della vita.

Cammin facendo, avremo bisogno di comunicare con gli altri. La vita nasce e si sviluppa nella comunione. Nessuno di noi è sufficiente a se stesso, e neppure vive solo per se stesso: la nostra vita cresce comunicandosi agli altri.

Gesù ci indica la nostra crescita ed il rinnovamento della sua Chiesa, a partire da piccoli nuclei di persone. Perché? È normale iniziare una vita di comunione da piccole cellule, nelle quali le persone vivono questo progetto sotto la guida dello Spirito Santo: coppie, famiglie, amici, ecc. Nel nucleo si vive la vita di Dio, si comunica con gli altri, si condividono le esperienze, si prega. È una piccola chiesa inserita nella Chiesa universale, dove le persone sono più aperte e responsabili, si liberano più facilmente dalle paure e dai blocchi interiori. Questo promuove la crescita di tutti.

I nuclei di cui parla Gesù, non sono lasciati a se stessi. Le persone che ne fanno parte, infatti, scegliendo Gesù Cristo in modo incondizionato, si uniscono immediatamente a quanti sono in Cristo; sono affiancati e protetti dagli strumenti particolari che Dio ha previsto per questi tempi, che si faranno sempre presenti e saranno sempre più riconoscibili.[1] Lo Spirito Santo suscita la comunione nel popolo di Dio, per portarlo avanti e farlo diventare il Corpo Mistico di Cristo.

Come leggerete nel messaggio, un nucleo non si richiude in se stesso, ma è proteso verso la comunione universale. Perciò, anche sulla Terra, spiritualmente e  fisicamente, i nuclei vivono nell’amore fraterno, esprimendo ciascuno la propria originalità. Sono caratterizzati dal fatto che i propri membri offrono la vita a Dio gli uni per gli altri, fino a giungere ad offrire a Gesù Cristo l’intera umanità e tutto il creato. Allora ci sarà un unico popolo di Dio in tutto l’universo, sarà la creazione nuova.

Queste sono le leggi dello Spirito che governeranno tutti coloro che desiderano vivere in Dio. Da parte nostra, pregheremo e ci offriremo a Dio, affinché lo Spirito Santo ci suggerisca il modo migliore di venirvi incontro ed aiutarvi sul cammino intrapreso. Forza e coraggio!

Vi saluto e vi benedico in Cristo

 

 

Messaggio di Gesù dell’8 settembre 2011

“Miei cari figli, proseguiamo il discorso sul tempo in cui vivete, e sugli eventi che vi attendono. Dopo aver parlato della mia azione e degli strumenti dei quali mi servo in questo tempo,[2] desidero oggi affrontare l’argomento del futuro del mio popolo. Desidero chiarirvi subito che non si tratta di una profezia nuova e sconosciuta, di qualcosa che non sia già stato annunciato. Infatti, quando pregate il Credo, dite di attendere “la vita del mondo che verrà”, e la Chiesa professa da sempre di credere nel mio ritorno, nella risurrezione di morti, nel regno di Dio che stabilirò alla fine dei tempi, e consegnerò al Padre mio e vostro. Quello che voglio indicarvi oggi è un cammino di preparazione, che vi aiuti ad essere coscienti di ciò che accadrà, affinché siate pronti a rispondere e partecipare, con la vostra vita, all’azione di Dio.

Il mio popolo, come già vi ho detto, è uno strumento insostituibile e potente della mia azione; per questo ho fondato la mia Chiesa. L’ho fondata sulla Terra dove mi sono incarnato, sono morto e risorto. La Chiesa è il mio popolo, che ho riscattato a prezzo del mio sangue, attraverso il quale si incarna la mia parola e si rinnova il mio Sacrifico. È proprio mediante la Chiesa che la potenza della mia morte e risurrezione si prolunga fino alla fine dei tempi, ed estende i suoi benefici ai vivi e ai defunti di ogni tempo.

Io non sono venuto sulla Terra per istituire una nuova religione, ma per richiamare tutta l’umanità alla fede nel Dio vivente, COLUI CHE È. Non un dio frutto delle speculazioni umane, partorito dalla mente di qualche filosofo, ma il Dio vero, che si è fatto Uomo in me. Mostrandomi a voi, vi ho mostrato il Padre, perché il Padre ed io siamo una cosa sola. Io sono nel Padre e il Padre è in me.[3]

Mi sono fatto carne per santificare ciascuno di voi, e per santificare tutti i credenti in Dio. Dopo la mia morte e risurrezione, non siete più solo uomini, fatti di carne e sangue, ma figli di Dio, risvegliati nello spirito, e resi degni di stare a faccia a faccia col Dio Vivente.

La Chiesa non è un’istituzione umana ma divina. Tuttavia, è stata affidata agli uomini della Terra, benché vi siano altri uomini nell’universo, anche migliori di voi. Il Padre mio ha voluto che visitassi la Terra e qui fondassi la Chiesa. Perché? Perché ha visto la grande miseria della vostra umanità, e l’oppressione delle forze infernali su di voi, che non ha uguali nell’universo, poiché i vostri progenitori hanno peccato molto, hanno peccato più di altri, stipulando una tremenda alleanza con Lucifero. Il Padre vi ha soccorso e vi ha dato una grande opportunità per riscattarvi.

La Chiesa non è nata dall’uomo ma da Dio. È nata per custodire, manifestare e promuovere la vita della SS. Trinità, quella vita che le viene comunicata incessantemente dall’azione dello Spirito Santo, “che è il Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio”. La Chiesa, mio popolo santo, non può contenere altro in sé che la vita divina, e non può fare altro che trasmettere questa vita all’uomo e al creato. Tutto ciò che nella Chiesa si oppone alla vita di Dio, corrompe la Chiesa, rendendola impura.

Vi chiedo allora: è pura la mia Chiesa? Il mio popolo è un vaso prezioso che contiene la vita di Dio, o è qualche cosa d’altro? Rispondete con sincerità, perché la Chiesa è stata affidata a ciascuno di voi, e non soltanto a coloro che la governano. Tutti voi che vi chiamate Cristiani, siete stati chiamati ad essere miei testimoni. Mi rivolgo a voi, cattolici, ortodossi, protestanti, anglicani, ecc., ecc. Chi siete? Cosa siete? I miei testimoni o i testimoni di voi stessi, delle vostre idee, delle vostre teologie, dei vostri interessi umani? Siete rappresentanti delle chiese nate dalle vostre divisioni e impastate di precetti umani, o della Chiesa nata dal mio costato, squarciato sulla croce? Lascio che siate voi a rispondere, secondo la vostra coscienza.

Io voglio dirvi ciò che desidero dal mio popolo, e ciò che realizzerò con la mia potenza. La Chiesa ha ancora bisogno che io la visiti con la mia potenza che viene dall’alto, e non dai vostri codici. Io colmerò tutte le mancanze del mio popolo, realizzerò ciò che ancora non è stato possibile realizzare, a causa delle debolezze e dei peccati della vostra umanità. Attraverso un popolo nuovo, realizzerò le mie promesse del regno di Dio.

  • Il mio popolo sarà immacolato, come è Immacolata la Madre mia e vostra, la Madre della Chiesa. L’immacolatezza non è perfezione; non pretendo che siate perfetti, perché solo Dio lo è. Non è neppure la semplice purezza sessuale. La vera immacolatezza è lo spogliamento dai vostri interessi e ambizioni personali;  è la sincerità totale davanti a me e al vostro prossimo. È la capacità di riconoscere umilmente i vostri limiti, chiedendo aiuto a Dio e ai fratelli, senza nascondervi dietro giustificazioni inutili e dannose, ma ponendovi di fronte al vostro Maestro. L’immacolatezza è sinonimo di integrità.

Vi assicuro che non riuscirete ad essere integri senza l’aiuto di mia Madre, la Vergine pura e santa che vi ho donato come Madre. Dall’alto della croce l’ho affidata a Giovanni ed egli l’ha accolta a nome di tutti voi. Non ho affidato a Giovanni una povera donna sofferente, ma una Madre potente, la Donna che ha ricevuto dal Padre il compito di schiacciare la testa del serpente. Lo ha fatto generando me, il Figlio di Dio, e generando i figli di Dio come una vera Madre. La lotta contro le forze del male si farà sempre più forte. Verrà il giorno in cui il Cuore di mia Madre sarà per voi l’unico rifugio sicuro, perché la sua immacolatezza vi metterà al riparo dalle sottili insidie del demonio.

Vi ho mandato mia Madre tante volte, affinché il suo amore vi riportasse a me, e la sua vicinanza vi aiutasse a superare le difficoltà dell’esistenza terrena. Mia Madre è apparsa innumerevoli volte sulla Terra. Non è venuta a voi per dar vita a discussioni e a tavole rotonde sui fenomeni soprannaturali, né per generare fanatismi o sentimentalismi, ma per richiamarvi alla vera fede. La Madonna è apparsa nei momenti più delicati della vita della Chiesa e della Terra, per aiutarvi ad andare oltre ogni difficoltà; vi ha sempre gettato un ponte verso Dio, coprendo con la sua misericordia tanti vostri peccati. Non dimenticatelo, e pentitevi per tutte le volte che non l’avete accolta, anzi, l’avete derisa e rifiutata. Dico anche a voi, pastori: pentitevi! Sapete bene il perché.

Il futuro del mio popolo non potrà fare a meno di Maria. La mia Chiesa sarà mariana o non sarà la mia Chiesa. Il Figlio dell’uomo è stato generato attraverso di Lei; attraverso di lei sarà generato un popolo nuovo, che avrà la potenza e lo splendore della Madre di Dio.

Maria radunerà sotto il suo manto gli uomini di ogni pianeta dell’universo, e li offrirà a me, come una vera Madre. Maria è Regina dell’universo, come io ne sono il Re. Come tale sarà accolta e venerata da tutti i figli di Dio, ovunque si trovino. Sarà Madre di tutta l’umanità. Quando un uomo rifiuta la propria madre, rifiuta la vita. Perciò, chi rifiuterà Maria, non avrà parte alla mia vita.

  • Il mio popolo sarà libero e autonomo.
  • Libero perché formato da persone libere dentro; autonomo perché non sarà sottomesso alla tirannia dei sistemi e delle strutture. Sarà capace di rapportarsi con Dio faccia a faccia, e non avrà più bisogno di interrogare altri per sapere chi è Dio. Saprà discernere ciò che è bene e ciò che è male, e non avrà altri maestri né intermediari al di fuori di me. Non sarà dominato da nessuna gerarchia; nessuno potrà dirsi più grande o più piccolo.

Lo Spirito Santo agirà liberamente nel mio popolo e lo ammaestrerà. Dio sarà tutto in tutti.

Non si può arrivare alla vera libertà senza immacolatezza, né esiste una vera autonomia al di fuori del mio Spirito. La vostra umanità è stata da sempre soggetta a leggi e autorità umane, che spesso si sono rivelate ingiuste e crudeli, ma delle quali non avete mai potuto fare a meno. Perché? Perché avete un cuore duro, e la maggior parte di voi è lontana da Dio. Siete ribelli per natura e dovete essere domati come cavalli selvaggi. Non siete né integri né liberi interiormente. Inoltre, avete rifiutato Dio pensando di essere più liberi, ma siete diventati schiavi delle vostre paure. E così, paradossalmente, temete la libertà più della schiavitù, perché non volete assumervi la responsabilità di vivere integri davanti a Dio. Preferite obbedire ai sistemi corrotti, piuttosto che vivere liberi e responsabili, secondo i desideri di Dio.

Questa situazione non potrà durare in eterno sulla Terra, perché sarete messi di fronte ad una scelta ben precisa: uomini liberi in Dio, o schiavi di Satana. In mezzo non rimarrà più nulla. Gli avvenimenti che si succederanno vi costringeranno a scegliere, e non potrete fuggire. Non vi serviranno a nulla le distrazioni che cercate, le vostre feste e gli schiamazzi con i quali cercate di riempire i vuoti interiori. Nessuna autorità umana, né alcun sistema potranno liberarvi dalla necessità di decidervi. Dovrete scegliere, in un modo o nell’altro.

Vi chiedo allora: che uomini e donne volete essere? Quale futuro desiderate per voi e per i vostri figli? Volete essere schiavi di coloro che pensano ai propri interessi, vi dominano e vi sfruttano, riempiendovi di parole vuote e ingannatrici? Non vi piacerebbe, invece, essere liberi, capaci di discernere da voi stessi qual è la strada migliore, e percorrerla sicuri, sotto la mia guida? Non avete ancora compreso che Dio vi ama e desidera la vostra vera felicità? Il Creatore vuole la pace per i suoi figli, la vera giustizia, la libertà. Può darvi tutto questo, solo se accettate sinceramente di vivere secondo le leggi del suo Spirito che sono infallibili, incorrotte, e procurano solo il bene. Così vivono le umanità fedeli a Dio su alcuni pianeti dell’universo: si lasciano guidare interiormente da Dio, riconoscendo la sua onnipotente sapienza,  rispettano le sue leggi e ad esse si sottomettono con amore. Per questo non conoscono il male, perché in loro ci sono solo desideri di bene. A questo è chiamata l’intera umanità dell’universo, sulla Terra come su tanti altri pianeti, dove regna la schiavitù della corruzione. Per questo sono morto e risorto, per estirpare dalla creazione il seme malvagio sparso dal nemico. Lucifero è il vostro vero nemico, non dimenticatelo.

  • Il mio popolo sarà sacerdotale, profetico e regale.[4] Farà salire al trono di Dio un’offerta pura: ciascuno offrirà se stesso e intercederà per tutta la creazione. Vivrà unito a me, sarà sacerdote dell’universo. Annunzierà le opere di Dio e parlerà a suo nome, e tutti si istruiranno a vicenda nelle cose di Dio.

Il sacerdozio, la profezia e la regalità sono prerogative inviolabili del mio popolo, perché esprimono la dignità dei figli di Dio. Dio vi ha donato il suo Spirito e ha impresso in voi la sua immagine e somiglianza. Vi ha chiamato a servirlo, e a servire con amore tutta la creazione a suo nome. Non vi ha chiamato a dominare ma a servire. Il sacerdote è colui che serve, il ministro.

Ogni fedele è chiamato a questo, perciò ognuno di voi è sacerdote. Fino ad oggi questo non è stato valorizzato nella mia Chiesa, perché i fedeli hanno posto al centro la figura del sacerdote che abitualmente vedono: il parroco, il vescovo, ecc., i quali svolgono un particolare servizio a favore del popolo, e lo accompagnano spiritualmente. In realtà, ciascun fedele è un sacerdote che offre se stesso al Padre, unendosi alla mia offerta. Così facendo, ricapitola in me tutto ciò che vive e che gli sta attorno; è il ricapitolatore dell’intero creato. Il mio popolo sarà sacerdotale, perché ogni membro dovrà vivere il suo sacerdozio fino in fondo. Lo vivrà in modo nuovo, aperto al mio Spirito, come non si è ancora visto fino ad ora, perché farò nuove tutte le cose.

Anche la profezia si esprimerà pienamente e nel modo giusto. Sarete tutti profeti, veri profeti che parlano a nome di Dio, e come tali vi accoglierete l’un l’altro. Nessuno perseguiterà più i profeti, né li tratterà alla stregua di ciarlatani o visionari, perché ciascun membro del mio popolo vivrà la dimensione profetica e la rispetterà in tutti gli altri.

Ognuno sarà re, perché rivestito della piena dignità di figlio di Dio, di colui che è l’unico  Re dell’universo. Non ci saranno più tiranni nel mio popolo ma veri re. Serviranno il popolo e non lo schiacceranno, non imporranno la propria erudizione, né dottrine né filosofie, ma sapranno esprimere la potenza dello Spirito Santo, perché è solo questa che vi rende re.

  • Il mio popolo vivrà in comunione con gli angeli e collaborerà con loro. Il sacerdozio di ciascuno sarà particolarmente unito a quello dei sette grandi arcangeli, insieme ai quali parteciperà alla Liturgia del Cielo, che rimarrà l’unica e vera Liturgia dell’universo.
  • Sarà un popolo di padri e di madri. Ogni uomo e donna del mio popolo eserciterà la sua paternità e maternità spirituale a favore di tutti e di ogni creatura. Saranno padri e madri gli uni per gli altri. Attraverso di loro, la vita di Dio scorrerà nell’universo e si comunicherà all’intera creazione.
  • Sarà un popolo composto da piccoli nuclei autonomi ma legati gli uni agli altri dalla vera comunione, uniti fra loro nel vincolo della carità. Saranno piccole famiglie di Dio, e comporranno il tessuto di tutta l’umanità. Ciascun nucleo vivrà intensamente la vita dello Spirito e la esprimerà. Vivrà la dimensione sacerdotale, profetica e regale. Sarà governato solo dalle leggi di Dio. Non si vedranno più le masse che affollano le vostre piazze e le vostre celebrazioni, e poi scompaiono nel grigiore della quotidianità. Al contrario, i nuclei di cui parlo saranno cellule vive, pulsanti e dinamiche che daranno nuova vita al mio Corpo Mistico.

Questi nuclei si stanno già formando ovunque nell’universo. Molte persone di buona volontà si stanno unendo fra loro per vivere più intensamente la fede; non vivono necessariamente sotto lo stesso tetto, ma sono unite profondamente nel mio Spirito. Vivono con semplicità, senza chiasso e senza bandiere; vivono da veri Cristiani. Potete farlo anche voi, se vi sentite pronti. Lo Spirito Santo vi guiderà.

Alla fine dei tempi, quando consegnerò il Regno al Padre, ogni nucleo scomparirà per dar vita, finalmente, ad un popolo unico, immenso, che sarà un cuor solo e un’anima sola. Sarà la nuova creazione.

  • Il mio popolo vivrà la comunione universale. Non ci saranno più divisioni di popoli, di razze, di pianeti. L’umanità di tutto l’universo formerà un’unica famiglia: la famiglia di Dio. Vivrà un rapporto profondo e vivo con Dio, con Maria SS. e gli spiriti puri che popolano le dimensioni più alte. Ogni nucleo sulla Terra vivrà una comunione intensa con tutti i nuclei, anche su altri pianeti, perché il mio Spirito li unirà, al di là di ogni distanza.
  • Infine, il mio popolo sarà offerto a me. Ciascuno offrirà se stesso a Dio, attraverso il Cuore Immacolato di Maria, e formerà il mio Corpo, la mia Chiesa. Allora, un sacrificio puro si leverà al Padre, per mezzo del Figlio, nella potenza dello Spirito Santo. Sarà il sacrificio dell’intero mio popolo, vivi e  defunti, unito al mio. Sarà presentato continuamente davanti al trono di Dio dagli arcangeli. Ad esso si uniranno gli spiriti puri di tutti gli angeli  e dei santi.  Sarà la forza più grande dell’universo, dopo quella di Dio, e si opporrà alle forze infernali.

Vi invito a riflettere su questi punti, per comprendere ciò che desiderate vivere, se volete o meno far parte di un popolo nuovo. Ricordate che questo popolo preparerà la strada alla mia venuta gloriosa. Io verrò e radunerò tutti i miei figli; li introdurrò nella creazione nuova, dove vivranno in eterno in una dimensione spirituale e definitiva. Non ci saranno più distinzioni di razze e di popoli. Esisterà un solo Dio e un solo popolo. [5]

Quando accadrà tutto questo? Molto dipende dalle scelte dell’umanità, perché le vostre decisioni possono affrettare o rallentare i piani di Dio, dato che Egli rispetta la vostra libertà. Tuttavia, Dio è già all’opera per aprirvi la strada. Sarà un processo graduale, ma il Padre non attenderà in eterno che gli uomini si decidano. Vi dico, anzi, che i tempi stringono; è necessario che vi decidiate al più presto a vivere la vostra fede con serietà, mettendo al primo posto Dio, e rifiutando ogni forma di  egoismo.

L’intera umanità dell’universo sta per entrare in una fase decisiva della sua storia, nella quale la mia potenza, unita alla fede del mio popolo, porranno le fondamenta del mondo che verrà, della nuova creazione. Fatevi trovare pronti, perché io possa servirmi di voi e attirarvi a me. Offritemi la vostra vita, e lasciate che il mio Spirito vi trasformi in creature nuove. Solo le creature nuove entreranno nella creazione nuova.

Dio è pronto. Anche gli strumenti che ha scelto per aiutarvi sono pronti[6]; ora tocca a ciascuno di voi.  Pregate e vegliate!

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.


[1] Cfr Messaggio di Gesù del 5 settembre 2011 pubblicato su questo sito

[2] Cfr Vedi i messaggi di Gesù del 29 agosto 2011 e del 5 settembre 2011, pubblicati su questo sito

[3] Cfr Gv 14, 8-11

[4] Gesù ha parlato approfonditamente del suo popolo nel messaggio del S. Natale 2010, pubblicato su questo sito

[5] Cfr Ap 21

[6] Vedi il messaggio di Gesù del 5 settembre 2011 pubblicato su questo sito

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Scrivici

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Appuntamenti 2017

 

Qui la nuova Rubrica a cura del nucleo dei medici http://www.fortezzadellimmacolata.org

Per informazioni contattateci.

Appuntamenti 2017

Carissimi fratelli e sorelle, vi comunichiamo che l'incontro del mese di Maggio 6- 7 a Ghedi è stato ANNULLATO Riprenderemo il percorso nel mese di Giugno come previsto il 3 e 4 .
Che Dio vi benedica!!! 
Giugno sab. e dom. 3-4 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS)  
Luglio sab. e dom. 1-2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
LUGLIO dal 12 al 17 viaggio Međugorje (BIH) per i giovani entro i 33 anni 
Vieni, vedi, vivi … Come giovani del Popolo nuovo vi proponiamo giornate di vita, condivisione e preghiera nella nostra Casa-Santuario a Medjugorje,
 iconaRegina della Pace, completamente tuoi - a Gesù attraverso Maria"
 
Agosto mercoledì 2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornata di  preghiera
Agosto dal 13 al 18 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata. Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Quello che vogliamo proporvi è la possibilità di condividere la Vita nella semplicità e nella quotidianità insieme ai giovani ed altri membri della Fondazione Fortezza dell'Immacolata.
Vivremo momenti di lavoro, preghiera e condivisione uniti a Gesù Cristo per conoscerLo, amarLo ed essere felici!!!

Settembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Ottobre sab. e dom. 30 (settembre)-1 (Ottobre) con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
Novembre sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
NOVEMBRE dal 29 (Ottobre) al 2 (Novembre) viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Dicembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
DICEMBRE dal 29 al 2 Gennaio viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
Per informazioni contattateci.
Che Dio vi benedica!!!
Fondazione  Fortezza dell’Immacolata

Međugorje
 

Ghedi

IL SEGNO è UNA CROCE 1

Tel. n. +39.3316709504

fax n. +39.019 2070460

redazione@lucidellesodo.it

Il cammino del popolo nuovo

Il cammino del popolo nuovo.cop-001

Indice Articoli

Intervista a Canale 5 - 4 ottobre 2008

Salone Internazionale del libro - Torino, Maggio 2009

Oltre la grande barriera, presentazione del libro di Stefania Caterina

Intervenuti: Renzo Allegri, Massimo Centini, Selma Chiosso, don Ermis SEGATTI

.

Incontro con Stefania Caterina -18.Dicembre 2011 -1.parte

Incontro con Stefania Caterina - 18 Dicembre 2011 - 2.parte

.

Intervista a Stefania Caterina 11.Novembre 2010

.

.

Intervista

Contact Us

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Invia
   

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi