www.lucidellesodo.it

Il cammino del popolo nuovo.cop-001

DVD video – Audiolibro

dvd 1-raccolta video

DVD video 1 e 2

audiolibro1

RICHIEDI QUI

Newsletter
Siti ufficiali Multilingue
  • A La Nueva Creación a cargo de Stefania Caterina
  • Az Új Teremtés felé
  • DE
  • ENG
  • fr
  • HR
  • La Nueva Creacion
  • portoghese
  • rep.ceca
  • ro
  • Towards the New Creation by Stefania Caterina
Cari lettori e lettrici,
Ringraziamo tutti quanti ci aiutano a divulgare i messaggi relativi alle rivelazioni ricevute da Stefania Caterina, e pubblicati nel suo sito Verso La Nuova Creazione  (©Luci dell’Esodo srl).
 
Vi invitiamo pertanto a non copiare e incollare i messaggi di Stefania Caterina, producendo altri siti emulativi, ma a permettere l’accesso al nostro sito tramite link; così da lasciare l’originalità e l’identità di questo progetto integra e non generalizzata con altri contenuti.
 
Il Nucleo Luci dell’Esodo offre la vita per il servizio a questo progetto, con il compito di proteggerne l’integrità e l’originalità.
Con la disponibilità a collaborare con tutti voi, per valorizzare gli impulsi che lo Spirito opera nel suo popolo, vi ringraziamo, benediciamo e accompagniamo con la preghiera e l’offerta della vita a Dio.
 
Il Nucleo 
Luci dell’Esodo

04.07.2015 Riflessione – Il popolo di Maria Ss. 4

TwitterGoogle+PinterestFacebook

“Questo è un giorno solenne”

 – Anniversario delle apparizioni a Medjugorje

Messaggio della Madonna a Stefania Caterina:

 Madonna

 

Dice la Madonna:

 

Cari figli,

oggi desidero benedirvi solennemente, con la benedizione che Dio mi concede per i miei figli. Vi siete offerti a me e vi ringrazio per questo. Abbiamo molto da fare insieme.

Sappiate, figlioli, che in ogni mia apparizione, anche la più sconosciuta, io avevo un solo obiettivo: quello di formare un popolo nuovo. Il popolo nuovo è il popolo che abbraccia tutto l’universo. Volevo e voglio radunare sotto il mio manto tutti i figli di Dio sparsi nell’universo, perché tutti nell’universo siete fratelli e il mio Cuore materno arde dal desiderio che tutti i figli siano radunati attorno al Padre loro. Avverto tutta la sollecitudine materna che mi spinge a  cercare anche l’ultimo fra i miei figli e recuperarlo alla vita.

Questa è la verità di ogni mia apparizione, ed è per questo che volevo rivelarvi l’esistenza della vita nell’universo. Non intendevo parlarvi degli alieni o di qualcosa di nuovo e misterioso, ma della realtà come è in Dio: la realtà di un solo Padre e dei suoi figli, di un solo Pastore, mio Figlio Gesù Cristo, e di un solo gregge in tutto l’universo.

Ora i tempi sono maturi perché possiate comprendere questo, anche perché Lucifero sta lavorando molto. Vuole rivelare l’esistenza dei suoi figli del basso universo, che non desiderano vivere in comunione con nessuno, tanto meno con voi. Perciò questo è il tempo in cui la verità che vi ho trasmesso nelle mie apparizioni deve continuare a vivere nei miei figli. Vi ripeto quello che vi ho già detto: quelle di  Medjugorje sono le mie ultime apparizioni sulla Terra; dopo di esse, la mia opera continuerà attraverso ciascuno di voi, se sarete fedeli a Dio e a me.

Questo è un giorno solenne, un giorno importante per voi! Vi chiedo di celebrarlo sempre, nelle vostre case e tra di voi, come il giorno della vostra nascita spirituale perché, attraverso la mia venuta a Medjugorje, io vi ho chiamati ad uno ad uno, secondo il volere di Dio, per fare di voi il mio popolo. Un popolo che sulla Terra sembra così piccolo ed è spesso disprezzato, purtroppo anche nella Chiesa,  eppure è così prezioso agli occhi di Dio. Ciascuno di voi è prezioso agli occhi di Dio e ai miei occhi, è prezioso per il mio Cuore. Io non scarto nessuno. Perciò, figli, anche se vi sentite piccoli, inadeguati, insicuri, non abbiate paura! Io sono vicina a ciascuno di voi e vi sorreggo, vi amo e vi conduco là dove il Signore vuole, perché io non ho altro desiderio che fare la volontà del Figlio mio e mio Dio.

Vi benedico e vi chiedo di rimanermi fedeli sempre, in ogni prova. Vi richiamo all’offerta pura della vita. L’offerta di voi stessi a Dio, attraverso di me, è l’unico mezzo che possedete per cambiare le sorti di questa umanità. È bello ciò che fate per Dio e per me, sono belle tutte le vostre iniziative ma ricordate, figlioli, che la cosa più importante è l’offerta della vostra vita. Da lì nascono tutte le iniziative più belle, da lì comincia la vostra stessa vita. Perciò tutto ciò che fate, consideratelo un di più, un frutto della vostra vita offerta. La vostra prima, grande e potente azione è quella di offrire voi stessi a Dio attraverso di me. Offrite tutte le vostre gioie e le vostre sofferenze, tutto il vostro essere. Fatelo soprattutto durante la celebrazione Eucaristica. Quando partecipate in questo modo alla santa Messa, voi completate le sofferenze di mio Figlio unendo ad esse le vostre sofferenze (Co, 1, 24). Così si forma il popolo di Dio e da lì emana una potenza che muove l’universo e alimenta costantemente il vortice trinitario. La vostra sincera partecipazione al sacrificio di mio Figlio è la perla di questa Terra, il vero tesoro della vostra umanità.

Benedico tutti voi, le vostre famiglie, le vostre case, il vostro lavoro, tutto ciò che siete e tutto ciò che fate. Rimanete uniti e fedeli a Dio e a me.

Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

 

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Testimone di Međugorje, colloquio con Padre Tomislav Vlašić.

TwitterGoogle+PinterestFacebook

12.06.2015 Riflessione – Vivere l’intimità con Dio

TwitterGoogle+PinterestFacebook

La Divina Misericordia

20150412_100343

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Gesù Cristo Signore RE dell’Universo

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

Riflessioni  audio di approfondimento del libro: 

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

a cura degli autori

 

 

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Il popolo nuovo celebra la vita – I grandi annunci di Dio

Carissimi fratelli e sorelle,

 

continuiamo insieme il nostro cammino. Oggi riflettiamo su un aspetto importante, contenuto nel messaggio della Santissima Trinità che vi proponiamo.

Come intendete l’azione di Dio? Come una serie di eventi catastrofici, magici, improvvisi o a spezzoni? Ebbene, Dio agisce costantemente, armoniosamente perché è l’Amore che genera e porta l’universo alla perfezione. La sua azione fondamentale passa attraverso le vibrazioni della sua vita. Ogni creatura coglie queste vibrazioni nella sua originalità, nel grado della sua apertura interiore e della sua disponibilità ad accoglierle o meno.

La vibrazione della vita divina aumenta progressivamente in tutto l’universo. Arriverà al suo culmine con la ricapitolazione in Gesù Cristo dell’intera creazione: quanti avranno accolto Gesù Cristo saranno portati all’unione mistica con Dio, e saranno capaci di cogliere pienamente la sua vibrazione; quanti l’avranno respinto saranno indeboliti e lasciati a se stessi. Questo è il processo della divisione del bene dal male, della trasformazione ed elevazione di quanti accolgono Dio.

 

Quando si manifestano gli eventi esterni, essi sono il frutto e la conseguenza di un processo che ci porta ad accettare o respingere l’azione di Dio. Questo processo si sviluppa in noi e si riflette all’esterno. Ormai siamo sufficientemente informati e nessuno può rimanere indeciso. Quanti accolgono l’azione di Dio si lascino dunque coinvolgere responsabilmente. La nostra partecipazione dal di dentro è vitale, fluisce come una preghiera che nutre la nostra vita.

 

“Tranquillo è il mio cuore,

a te canterò e suonerò.

 

Svegliatevi arpa e cetra,

voglio svegliare l’aurora.

 

Ti celebrerò tra i popoli, Signore,

a te canterò inni fra le nazioni.

 

Il tuo amore è grande al di sopra dei cieli

la tua verità arriva alle nuvole.

 

Mostrati, o Dio, al di sopra dei cieli;

la tua potenza appaia sul mondo!

Salvaci con la tua mano, rispondici

e saranno liberati quelli che ami.

 

Sal 108 (107), 1-7

 

 

Partecipi di questo grande amore di Dio, invochiamo la benedizione gli uni sugli altri.

 

                                                                                                          Tomislav Vlašić

 

Messaggio della Santissima Trinità

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Il popolo nuovo celebra la vita – Nuovo invito a tutti

Carissimi fratelli e sorelle,

continuiamo a pregare per tutti voi. Condividiamo con tutti quello che sperimentiamo, affinché il volto di Dio risplenda su tutta l’umanità.

Come abbiamo testimoniato altre volte, così affermiamo anche adesso: l’azione di Dio Trino e Uno si esprime ogni giorno in modo sempre più potente. Dio, nel suo amore, vuole salvare ed elevare tutto l’universo. 

Nel messaggio che di seguito vi proponiamo, Dio si esprime nella sua azione. Vi sono alcuni elementi fondamentali:

Egli ama tutti; tutti invita alla salvezza. Nel suo amore esprime l’essenza della sua azione;

Dio argina il male e non permette che trionfi. Soccorre l’umanità in ogni epoca, situazione e   istante, affinché il male sia vinto;

Ci dona tutti i mezzi necessari. In modo particolare, dona all’umanità uno strumento sublime: sua Madre. Chi come la Madre immersa in Dio può trasmettere l’amore di Dio?

Il popolo aperto all’azione di Dio-Amore coglie gli impulsi divini, celebra la vita e canta col salmista:

 

“Il Signore è il tuo custode,

il Signore è come ombra che ti copre,

e sta alla tua destra.

Di giorno non ti colpirà il sole,

né la luna di notte.

Il Signore ti proteggerà da ogni male,

egli proteggerà la tua vita.

Il Signore veglierà su di te,

quando esci e quando entri,

da ora e per sempre”.

(Sal 120, 5-8) 

Anche noi celebriamo la vita insieme a voi e vi benediciamo

                                                                                                                      Tomislav Vlašić

 

Messaggio della Santissima Trinità

  Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Il popolo nuovo celebra la vita – Dio c’è

Carissimi fratelli e sorelle,

la storia umana, fin dalle sue origini, testimonia che Dio c’è: l’umanità lo intuiva e lo comprendeva, seppur in modo limitato, lo adorava spesso in modo sbagliato.

Dio, però, comunicava con l’umanità. In Gesù Cristo ha rivelato il suo volto e aperto la strada all’umanità a conoscerlo pienamente e, così elevata, vivere con lui.

Nei prossimi giorni, i cristiani celebreranno grandi solennità per unirsi a Dio: l’Ascensione al cielo del Signore Gesù, che portò la nostra natura nella dimensione divina; la discesa nei nostri cuori dello Spirito Santo, che ci guida interiormente nella nostra elevazione, oltre i confini delle nostre capacità; la Santissima Trinità nella quale raggiungiamo la perfetta realizzazione nella creazione nuova, dove finiscono la morte ed ogni sofferenza (Ap 21, 4).

Dio vuole comunicarci pienamente la sua vita, se noi desideriamo accoglierla e viverla. La vita di Dio accolta, trasforma i misteri della fede nella luce e nella perfetta conoscenza: da qui nasce in noi la vita piena, eterna. Al contrario, venerando Dio in questi misteri ma sfiorando appena la verità, senza entrare in essa per viverla, rimaniamo fuori dalla conoscenza, fuori della vita di Dio che tende a comunicarsi e ad elevare l’umanità. 

Ci aspettano tempi pieni di eventi nei quali Dio si rivelerà per portare l’umanità in una dimensione elevata. Dio non forzerà la libertà dell’uomo, ma si rivelerà a coloro che lo amano e sono pronti ad essere trasformati nella sua vita: “Giuda (non l’Iscariota) gli disse: “Signore, perché vuoi farti conoscere a noi e non al mondo?” Gesù rispose: “Se uno mi ama, metterà in pratica la mia parola, e il Padre mio lo amerà. Io verrò da lui con il Padre mio e abiteremo con lui. Chi non mi ama non mette in pratica quello che dico. E la parola che voi udite  non viene da me ma dal Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono con voi. Ma il Padre vi manderà nel mio nome un difensore: lo Spirito Santo. Egli vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto quello che ho detto”(Gv 14, 22-26)

 Per la nostra meditazione, pubblichiamo di seguito un passo tratto da un libro di Stefania Caterina, per meglio comprendere i passi da fare, che vi condurranno a vivere nella Santissima Trinità. Come di solito, vi accompagniamo con la preghiera e vi benediciamo insieme a tutti quanti camminano nella luce di Dio.

                                                                                                             

                                                                                                   Tomislav Vlašić

Il pensiero di Cristo non è fantasia

 

Il lungo discorso di S. Raffaele sul pensiero di Cristo si è articolato in diversi colloqui e messaggi lungo gli anni. In queste spiegazioni del 2005, avevo chiesto a San Raffaele come distinguere il pensiero di Cristo dalla nostra fantasia. Mi aveva risposto così:

  Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Il popolo nuovo celebra la vita – Fedeli alla legge di Dio

Carissimi fratelli e sorelle,

dopo gli auguri di Pasqua non vi abbiamo più scritto niente. Le feste pasquali, con il loro messaggio, sono di per sé molto ricche ed incisive. Vi abbiamo lasciato per darvi modo di incontrare Cristo Risorto e approfondire il vostro rapporto con lui.

Nella vita di un uomo, l’incontro con Cristo Risorto non può rimanere un episodio isolato, un’esperienza che passa e rimane come un ricordo. Al contrario, è un’esperienza vitale che si amplifica, coinvolge totalmente e diventa permanente; porta tutta l’umanità verso la creazione nuova, se accoglie Cristo. Così è stato per gli apostoli e per i veri discepoli di Gesù.

Ci sono avvenimenti cosmici che ci parlano e che vi comunichiamo come parte della nostra testimonianza. Cristo Risorto, dopo la sua risurrezione, come Buon Pastore visita abitualmente le umanità dell’alto universo fedeli a Dio. Tra lui e queste umanità c’è un rapporto vitale che noi non siamo neppure in grado di immaginare, e che possiamo considerare come una tappa progressiva verso la realtà descritta da San Giovanni apostolo come i cieli nuovi e la terra nuova (Ap 21).

  Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Stare in comunione con Dio

Cari fratelli e sorelle, vi propongo un messaggio di San Giuseppe che ci è giunto all’inizio della novena a lui dedicata. Durante la preghiera, gli abbiamo chiesto di dirci qualcosa di sé, dato che di lui si parla poco. Ci ha rivolto queste parole che ci esortano a vivere in un rapporto autentico e profondo con Dio, fonte di ogni nostra felicità e realizzazione.

Vi saluto con grande affetto e vi benedico. Il Signore vi dia pace.

                                                                                                                                                                                                                 Stefania Caterina

Messaggio di San Giuseppe del 10 marzo 2014

“Vi benedico, cari fratelli e sorelle. Avete espresso il desiderio di conoscermi meglio; in effetti, la mia figura è piuttosto marginale nella Chiesa, anche se ho molti sinceri devoti. Potete conoscermi in Dio perché è in Dio che ci conosciamo perfettamente gli uni gli altri; infatti, lo Spirito Santo dimora in noi ed è lui che manifesta l’identità di ciascuno. Perciò, quando siete in Dio vi basta rivolgere un pensiero ad un santo, ad una persona o a una situazione per conoscere, nello Spirito Santo, quel santo, quella persona o quella situazione (Rm 8, 26-28).

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

4. Il popolo nuovo celebra la vita

Incontrati con Dio in Gesù Cristo

Carissimi fratelli e sorelle,

inizio questa riflessione con le parole di San Michele arcangelo tratte dal suo messaggio del 17 marzo 2013. Esse apriranno la strada della ricerca di Dio a qualunque uomo, aiuteranno i cristiani che iniziano la preparazione per la Pasqua ad approfondire la conoscenza di Dio:

“Tutti coloro che desiderano il bene e ricercano la verità, sono chiamati in questo tempo ad un cammino di profonda rinascita spirituale. Esso condurrà necessariamente alla ricapitolazione in Cristo; significa che tutti dovranno accogliere, conoscere ed amare Gesù e far parte del suo popolo santo. La ricapitolazione in Cristo riguarda l’intera creazione, è un cammino unico per tutti gli uomini dell’universo…Quando tutto sarà ricapitolato in Cristo, il Padre creerà cieli nuovi e terra nuova e li donerà ai suoi figli; sarà la nuova creazione. In essa non potrà entrare nulla di impuro…Questo è il meraviglioso piano della Santissima Trinità per ciascuno di voi e per tutta l’umanità. Esso è già in pieno svolgimento”. [1]

1. Contempliamo Gesù nell’episodio della sua preparazione alla vita pubblica, come ci viene presentato dall’evangelista Matteo (Mt 4, 1-11). Gesù si ritira nel deserto, nel silenzio; lascia ogni contatto con le persone, con le attività. Sgombra la mente da tutto per calarsi nella profondità della sua natura, nel suo spirito. Un vero digiuno! Così, nella libertà interiore, contempla Dio che lo immette nelle leggi dello spirito puro. E lui si scopre come COLUI CHE È. Questa sua identità la manifesterà agli uomini e la confermerà nelle prove, vincendo il male e la morte, risorgendo. 

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

3. Il popolo nuovo celebra la vita

Esci da te stesso e stai alla presenza di Dio (1Re 19, 1-18)

Carissimi fratelli e sorelle,

l’invito di Dio a chiunque voglia conoscerlo è uguale a quello rivolto al profeta Elia (1Re 19, 1-18): uscire da se stesso e aprirsi a Dio. Questo è il passaggio più ovvio e naturale verso il rapporto tra la creatura e Dio; nello stesso tempo, è il più difficile. Lo testimoniano tutta la storia della salvezza, tutti i santi e persino il grande profeta Elia: anche lui doveva uscire dai suoi ragionamenti, dalle sue visioni della salvezza, dal suo potere carismatico per entrare nel silenzio e accogliere l’azione salvifica di Dio.

L’uomo è un essere comunicativo, estatico. Anche la natura è così: si schiude per essere scaldata, abbeverata, fecondata per offrire il suo frutto. Diversamente dalla natura, l’uomo è libero,  comunica con Dio nell’amore ridonando la vita a lui. Così cresce, si trasforma e raggiunge la sua perfezione in comunione con Dio.

1. Perché l’uomo ha paura della giustizia di Dio? La giustizia di Dio è l’habitat perfetto nel quale si sviluppa la vita di ogni individuo e l’intera collettività umana. Lì è tutto perfetto: l’amore, l’ordine, la conoscenza, la vita e tutto quello che è desiderio nobile nell’uomo. Nell’uomo chiuso, invece, tutto è imperfetto e porta alla corruzione come conseguenza del suo peccato.

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

2. Il popolo nuovo celebra la vita

Lettera ai credenti e non credenti in Gesù Cristo

 

Carissimi fratelli e sorelle,

vi scriviamo a seguito del messaggio di Gesù e della nostra comunicazione del 1° gennaio 2014. [1] Vi abbiamo dato la nostra disponibilità ad informarvi ed accompagnarvi in quest’anno. Con questo articolo desideriamo coinvolgervi maggiormente nell’impegno responsabile di realizzare il nostro destino comune: fare un salto di qualità nella vita e prendere parte al futuro glorioso dell’umanità.

Noi testimoniamo che tutto l’universo sarà ricapitolato in Gesù Cristo. Questo non vi turbi! Non partiamo dai pregiudizi, dalle immagini religiose che si impongono, neanche dalle ideologie religiose. Desideriamo entrare con voi in un dialogo profondo nel quale emerga la vera identità dell’uomo, del credente in Dio come di uno scienziato che cerca la verità, con gli uomini che si impegnano a vivere ed esprimere i desideri e gli ideali più nobili depositati in loro, per fare un salto di qualità nella vita. Tutto questo coinvolge nella responsabilità credenti e non credenti nonché gli appartenenti ad ogni religione.

Ogni uomo è creato a immagine di Dio: essa è impressa nella sua essenza. L’uomo è capace di trovare COLUI CHE È, al di là di tutte le immagini di Dio create dagli uomini. Questa è la base metafisica per cui Dio si rivela in questi tempi a tutti gli uomini dell’universo, in Gesù Cristo, come COLUI CHE È, ovvero la realtà vivente. Egli dà a tutti la possibilità che si risvegli in loro la vera immagine di COLUI CHE È. Così ciascuno trova la sua vera identità in Dio e diventa una creatura nuova; come tale, è governata dalle leggi dello spirito puro, diviene collaboratrice di Dio. Da qui nascono la vera conoscenza e la scienza che rendono l’uomo capace di governare perfettamente il creato assieme a Dio.

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

1. Il Popolo Nuovo celebra La Vita

STAMPA

Carissimi fratelli e sorelle,

con questo titolo che raccoglierà diverse riflessioni a seguire, eccoci di nuovo con voi. Continuiamo a vivere nel silenzio, così come vi abbiamo detto in precedenza, perché è il modo migliore di vivere alla presenza di Dio, comprendere la sua volontà e metterla in pratica.

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Messaggio di auguri da Tomislav Vlašić

TwitterGoogle+PinterestFacebook

“Non temere, piccolo gregge…” (Lc 12, 32)

sanMichelearc

 

 

Carissimi lettori,

vi propongo il messaggio di San Michele arcangelo che traccia la strada verso gli avvenimenti che ci attendono. San Michele afferma che questo è l’ultimo messaggio all’umanità della Terra, ma che nulla sarà fatto mancare a coloro che desiderano con sincerità partecipare al piano di Dio di ricapitolare in Cristo ogni cosa. Mettiamoci quindi al servizio di Dio con piena fiducia, richiamandoci gli uni gli altri alle nostre “responsabilità di uomini e di credenti” come afferma San Michele.

Vi saluto e vi ricordo sempre nelle mie preghiere. Il Signore vi dia pace.

Stefania Caterina

Messaggio di San Michele arcangelo del 19 novembre 2013

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Il tempo del silenzio

Carissimi fratelli e sorelle,

vi salutiamo con grande e fraterno affetto. In questi anni ci avete seguito attraverso i libri, le conferenze, le riflessioni e tutto ciò che abbiamo pubblicato su questo sito. Ve ne siamo grati; abbiamo sentito la vostra preghiera e il vostro amore per noi.

Con la nostra testimonianza abbiamo voluto tracciare il cammino di fede che ci è stato rivelato e che si può così riassumere: offrire la vita a Gesù, attraverso Maria Santissima, per essere uniti a lui e con lui nello Spirito Santo, abbandonati fiduciosamente nelle mani del Padre per vivere secondo le leggi del puro Spirito. Vi abbiamo spiegato come tutto l’universo dovrà essere ricapitolato in Cristo e come l’azione trinitaria, in questo tempo, tenda appunto alla ricapitolazione in Cristo dell’intera creazione.

Stiamo ora entrando in una fase nuova. L’evangelizzazione dell’universo da parte delle umanità fedeli a Dio ha coinvolto in questo anno l’UNIVERSO MEDIO, nel quale vivono umanità indecise e individualiste. I fratelli dell’universo fedeli a Dio hanno percorso e percorrono tuttora l’universo medio, annunciando a tutti la salvezza operata da Gesù Cristo e il piano di Dio di ricapitolare in lui ogni cosa. Le umanità del medio universo dovranno perciò compiere una chiara scelta: per Gesù Cristo o contro di lui.

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

“Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!” (Mt 3, 1-2)

68-caravaggio_giovanni-battist

Carissimi lettori,

il messaggio che vi propongo  ci richiama ancora una volta alla realtà di questo tempo e alla nostra responsabilità di fronte a Dio e ai fratelli. Per molti di voi non si tratta di argomenti nuovi, perché è da molto che veniamo istruiti sull’azione di Dio in questo tempo. San Giovanni Battista ci avverte però che il tempo stringe e che si avvicina il regno di Dio. Perciò dobbiamo essere pronti a ciò che il Signore prepara per ciascuno di noi e per l’intera umanità. Vi auguro allora di comprendere l’urgenza e l’importanza della nostra sincera conversione e della nostra risposta a Dio.

Il Signore vi dia pace

Stefania Caterina

Messaggio di San Giovanni Battista del 12 settembre 2013

Leggi tutto

TwitterGoogle+PinterestFacebook

Stefania Caterina e p.Tomislav Vlasic

Stefania Caterina e p.Tomislav Vlašić

Fondazione  Fortezza dell’Immacolata

Međugorje
 

Ghedi

Fondazione

Tel. n. +39.3316709504

fax n. +39.019 2070460

redazione@lucidellesodo.it

Indice Articoli
Archivio articoli

Intervista a Canale 5 - 4 ottobre 2008

Salone Internazionale del libro - Torino, Maggio 2009

Oltre la grande barriera, presentazione del libro di Stefania Caterina

Intervenuti: Renzo Allegri, Massimo Centini, Selma Chiosso, don Ermis SEGATTI

.

Incontro con Stefania Caterina -18.Dicembre 2011 -1.parte

Incontro con Stefania Caterina - 18 Dicembre 2011 - 2.parte

.

Intervista a Stefania Caterina 11.Novembre 2010

.

.

Intervista

Contact Us

Contact e-mail

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi